La volante della Polizia intervenuta dopo il colpo alle poste di via Terraciano (foto G.Volpe)

POZZUOLI –  Assalto armato questa mattina ai danni dell’ufficio postale di via Terracciano dove, poco dopo le 10, due uomini armati di pistole hanno fatto irruzione portando via un bottino di circa 2mila e 500 euro. Ad attenderli fuori pare ci fosse un terzo complice, che avrebbe fatto da “palo”. Terrorizzati i clienti che al momento del raid erano in fila alle casse. Dopo l’assalto è stata disposta la chiusura dell’ufficio postale con i clienti avvisati attraverso un cartello affisso all’ingresso con scritto “chiuso per rapina”. L’ufficio postale è dotato di telecamere di sorveglianza interne ed esterne che avrebbero ripreso le sequenze della rapina. Sull’episodio indagano i poliziotti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli.

 

LA RAPINA – A mettere a segno la rapina, secondo le prime ricostruzioni, sarebbero stati due uomini armati e con volto parzialmente travisato da occhiali scuri, con la complicità di una terza persona che li attendeva all’esterno. I due, appena entrati nel locale, si sono diretti verso le casse intimando ai dipendenti di consegnare i soldi. Intanto alla scena assistevano terrorizzati i numerosi clienti che in quel momento erano in fila in attesa del proprio turno. Una volta preso il bottino, che secondo una prima stima si aggirerebbe intorno alle 2mila e 500 euro, i malviventi pare abbiamo anche minacciato alcuni anziani facendosi consegnare i soldi che di lì a poco avrebbero dovuto versare per il pagamento di bollette. Poi la fuga, insieme al “palo” che li attendeva fuori.

 

GENNARO DEL GIUDICE

 

 

LE FOTO (di Gennaro Volpe)

[cronacaflegrea_slideshow]