La stazione della metropolitana di Pozzuoli

POZZUOLI – Mettevano a segno rapine nella stazione della metropolitana ai danni di ragazzini. Obiettivi: i cellulari di ultima generazione. Due presunti rapinatori “seriali” di smartphone sono stati fermati ieri dai carabinieri della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Maggiore Roberto Spinola. Si tratta di A. C., 20 anni, e R. M., 18 anni, accusati di due rapine ai danni di minorenni avvenute il 30 dicembre e l’8 gennaio nella stazione della metropolitana “Pozzuoli Solfatara”. Le vittime in questi due casi furono un 13enne e un 16enne.

IDENTIKIT – A seguito di questi episodi sono poi scattate le denunce da parte delle vittime accompagnate dai genitori. I militari, a seguito di un intenso lavoro di investigazione, li hanno identificati dalla descrizione delle vittime e attraverso la comparazione dei fotogrammi tratti dalla videosorveglianza di alcuni negozi. Continuano le indagini su rapine analoghe.