POZZUOLI – Cresce il malessere tra i lavoratori socialmente utili impiegati al Comune. Ad oltre un mese dalla richiesta di incontro tra una loro delegazione e la conferenza dei capigruppo, le parti non si sono ancora sedute al tavolo.

LE “OSTILITÀ” – Da qui l’indizione dello stato di agitazione da parte degli Lsu, coordinati dal loro comitato autonomo, e la sospensione di tutti i servizi da loro svolti. Era il 31 gennaio quando la richiesta di incontro venne inviata alla controparte, nella speranza di poter affrontare le problematiche relative alle attività dei lavoratori. Ed invece, ad oggi, nulla di fatto. La dichiarazione delle “ostilità” è stata inoltrata anche al sindaco Vincenzo Figliolia, al presidente del consiglio comunale Luigi Manzoni e a tutti i gruppi consiliari.