La scuola Domenico Fatale è chiusa da 10 anni a causa del crollo di un solaio

POZZUOLI – C’era una volta la Domenico Fatale, una scuola materna ed elementare in un vicolo sul lungomare di Pozzuoli. Simbolo di identità del quartiere. Il 10 giugno 2004, ultimo giorno di scuola, tutto cambiò: insegnanti e alunni erano indaffarati nel preparare la recita di fine anno, poi un boato, la paura e il caos. Il crollo di un solaio causò la chiusura della struttura. Questo accadeva nove anni fa, ora la scuola è un edificio fantasma, vandalizzata più volte, divenuto covo per drogati e senzatetto. Una storia che si è protratta per quasi un decennio, con due amministrazioni, una di centro sinistra e una di centro destra, intervallate da vari commissariamenti.

OGGI I PRIMI LAVORI – Ma la storia pare sia cambiata. Oggi sono iniziati i lavori all’istituto scolastico. La conclusione è prevista per dicembre 2014, quindi c’è da immaginarsi che per l’anno successivo i bambini potranno ritornare a frequentare quelle aule ora lasciate all’incuria. Un milione e 750mila euro sono i soldi stanziati per la ristrutturazione. «Il risanamento interesserà le impalcature esterne e interne che oggi non reggono il carico – dice Giuseppe Gaudino, progettista architettonico– sarà rifatta l’impiantistica, tutti i servizi igienici, idraulici ed elettrici e l’ascensore. Le finestre saranno di nuova generazione, sul tetto metteremo i pannelli fotovoltaici e quelli per l’acqua calda così da rendere l’istituto indipendente e a risparmio energetico. Dai lavori sono esclusi però gli arredi».

Oggi iniziati i lavori alla Fatale sul lungomare di Pozzuoli

PRIORITA’ ALLE SCUOLE – Priorità quindi ai plessi scolastici. «Ho detto alla ditta di accelerare al massimo la consegna della scuola Fatale al Primo Circolo Didattico di Pozzuoli – dichiara il sindaco Vincenzo Figliolia – così da risolvere sia il gravoso problema dei genitori di via Napoli costretti a portare i figli altrove, sia per risparmiare 300mila euro all’anno che diamo alla Fondazione Banco Napoli proprietaria dei locali che sopperiscono all’assenza del Fatale». Alle parole del primo cittadino fanno eco quelle dell’assessore all’Istruzione, Alfonso Trincone: «È un altro passo verso la definitiva stabilità di tutti i plessi scolastici, abbiamo acquistato i suppellettili necessari, ne arriveranno altri con ulteriori 40mila euro. Un restyling che ha interessato i vari plessi, l’ufficio tecnico ci ha assicurato l’agibilità e la sicurezza degli istituti di Pozzuoli e Monterusciello».

VIOLETTA LUONGO

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]