Il sindaco Vincenzo Figliolia augura buon anno scolastico a studenti e insegnanti

POZZUOLI – Settembre è arrivato e, con il rientro dalle vacanze, si avvicina il ritorno a scuola. L’anno scolastico sta per incominciare, c’è chi frequenterà un istituto, con compagni e insegnanti nuovi, chi continuerà con quelli di sempre, tante sono comunque le aspettative e le emozioni per studenti, insegnanti e genitori. A loro giunge un augurio speciale dal sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, dalla sua giunta e dall’assessore alla Pubblica Istruzione ed alla Edilizia Scolastica, Alfonso Trincone. «Vi rivolgo un augurio sincero – si legge nella lettera congiunta – per questo nuovo inizio, che possa essere per tutti sereno e proficuo, ma principalmente per i nostri ragazzi che da futuri cittadini devono acquisire pienamente la consapevolezza dei propri diritti e dei propri doveri».

IL SAPERE RENDE LIBERI – Un appello alla legalità, all’impegno e allo studio. «Oggi più che mai, in una realtà competitiva come l’attuale, è indispensabile puntare sul sapere per sconfiggere ogni disgregazione, ma più ancora per fare di esso un argine contro la cultura dell’illegalità, nella consapevolezza che nulla come la conoscenza rende gli uomini liberi. Forti di tutto ciò il mondo della scuola – continuano – in ogni sua componente, compattato e solidale, saprà rispondere con l’impegno, la passione e la competenza alle difficoltà che la costante riduzione delle risorse impone, dimostrando, nei fatti, il valore della conoscenza e l’importanza che la scuola, da agenzia formativa, riveste».

IL PRIMO GIORNO NON SI DIMENTICA – Tra gli auguri non viene tralasciato l’auspicio che la scuola venga vista come punto da cui partire per formare un futuro prospero per l’Italia. «Concorrere alla formazione delle nuove generazioni e quindi al futuro del Paese è un compito che la scuola in genere e quella puteolana nello specifico non intende delegare a nessuno, come non intende sottovalutare l’importanza del “primo giorno”, specialmente per coloro che iniziano un nuovo ciclo, il cui ricordo rimarrà indelebile anche a distanza di anni. E’ compito di tutti noi – aggiungono –  non dimenticare mai il ruolo e la funzione che la scuola riveste nella vita dei nostri giovani, palestra di regole, di umiltà e di sapere, indispensabili per affrontare la vita da cittadini preparati e consapevoli».

L’AMMINISTRAZIONE VICINA – E poi concludono: «Il nostro impegno come amministratori sarà, pertanto quello di essere accanto agli studenti, alle famiglie, ai dirigenti scolastici, al personale tutto, in quanto fermamente convinti che la scuola costituisce il centro strategico da cui si irradia la moderna società e che i giovani rappresentano il presente ed il futuro della nostra città, ma anche il nostro impegno più grande. Buon anno scolastico 20013/2014 a tutti voi».