Il parcheggio di via Carlo Rosini

POZZUOLI – «Scusa qua sto io, ci vediamo dopo per il parcheggio?» La “classica” frase è indirizzata all’automobilista che ha appena parcheggiato. L’abusivo chiede soldi, ma la donna scesa dall’abitacolo gli dice “no” e va via. Poi la sorpresa. Al ritorno trova una ruota forata. A quel punto il parcheggiatore abusivo chiede alla malcapitata 5 euro per cambiarla. «Tien a rota nterr se mi dai 5 euro te la cambio» Al nuovo rifiuto della donna, i due danno vita ad uno scontro verbale. Poi la denuncia e l’arresto con l’accusa di estorsione. Così è finito in manette per la terza volta negli ultimi 4 mesi Vincenzo Festante, 26enne residente al Rione Toiano di Pozzuoli.

LADRO DI PARCHIMETRI – L’uomo è noto per aver sradicato due volte, a distanza di poche settimane, lo stesso parchimetro di via Carlo Rosini. Nell’ultima occasione (il 26 maggio scorso) Festante, dopo aver legato alla sua auto la macchinetta, ingaggiò un inseguimento con i Carabinieri che lo presero dopo una fuga di quasi 5 chilometri. Festante guidò la propria auto con un parchimetro legato alla propria vettura, tra scintille, rumori metallici e monetine seminate per la strada prima di finire contro un palo ribaltandosi in viale dell’Europa Unita, nella zona nota come  “Sotto al Monte”.

LA RICHIESTA – Non contento, dopo meno di un mese il 26enne era ancora al “lavoro” in quella  strada che costeggia la villa Avellino. Ma questa volta Festante cambiava “attività”: anziché rubare le monetine dalle macchinette decideva di fare il parcheggiatore abusivo. Il giovane, che operava nell’area di parcheggio dei giardini pubblici, in via Carlo Rosini, chiedeva ad una 29enne del luogo 5 euro per parcheggiare l’auto. Al rifiuto della donna, Festante avrebbe forato un pneumatico della macchina. «Tien a rota nterr se mi dai 5 euro te la cambio io». Ma la donna si rifiutava. A quel punto nasceva un diverbio tra i due. «Tu non hai pagato manco il parcheggio e non mi vuoi dare nemmeno i soldi per cambiare la ruota». Dopo la lite la vittima riusciva ad andare via. Poi la denuncia e l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Pozzuoli che poco dopo individuavano e bloccavano l’uomo nei pressi della villa Comunale. E per Festante si aprivano le porte del carcere di Poggioreale per la terza volta negli ultimi 4 mesi.

 

GENNARO DEL GIUDICE