Gli abusi scoperti a Via Napoli

POZZUOLI –  Abusi demaniali scoperti nei pressi del lungomare “Sandro Pertini” di via Napoli. A scoprirli gli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli nel corso di una serie di attività volte alla vigilanza e al controllo del litorale flegreo. Nell’occasione i militari diretti dal comandante Caterina Piccirilli  hanno accertato una grave situazione di abusivismo demaniale e deposito non autorizzato di rifiuti solidi pericolosi per la salute, dannosi per l’ambiente ma anche per gli stessi cittadini. La scoperta è stata fatta nei pressi del litorale di via Napoli, in particolare nell’area alle spalle dell’ex ristorante “Vicienz a mare” in via Matteotti.

L'area demaniale sequestrata

IL BLITZ –  Nello specifico i 10 militari intervenuti, giunti sul posto con l’ausilio di due radiomobili, unitamente al personale dell’ufficio tecnico del comune di Pozzuoli hanno constato la presenza di una pedana in calcestruzzo e cemento, due pontili in legno e ferro, scale di accesso alla scogliera costruite abusivamente in calcestruzzo oltre che una notevole quantità di rifiuti provenienti dalla lavorazione della pesca. Accertato l’abuso, i militari  hanno posto sotto sequestro l’area di circa 150 mq.

Il cartello di sequestro

DENUNCE –  L’ attività svolta ha portato inoltre ad una comunicazione di notizia di reato per abusiva occupazione di demanio marittimo alla competente Procura della Repubblica a carico di ignoti. Terminato l’iter operativo l’ufficio circondariale marittimo ha provveduto a richiedere al comune l’emissione dei previsti atti amministrativi per la bonifica del sito e il ripristino dello stato dei luoghi. Avviate intanto dalla sezione polizia giudiziaria della guardia costiera puteolana le opportune indagini per risalire agli autori degli abusi.

CS