La darsena di Pozzuoli

POZZUOLI – La darsena è finalmente un’ area pedonale. Dopo che per anni il caratteristico porticciolo puteolano è stato area di parcheggio in mano ai posteggiatori abusivi. Per lunghissimo tempo una delle aree più caratteristiche della città è state relegata ad essere mera fonte di guadagno per una squadra ben organizzata di parcheggiatori abusivi che ad ogni ora del giorno e della notte erano pronti a chiedere “il parcheggio a piacere” agli automobilisti.

E’ BASTATO UN PICCOLO GESTO – Per liberare l’area dalle auto e di conseguenza dai parcheggiatori abusivi. Non è stata necessaria alcuna azione particolare ma bensì è servito semplicemente chiudere un cancello. In più l’amministrazione comunale ha collocato nello spiazzale oggi “libero” diverse fioriere in maniera tale da rendere l’area più fruibile.

Il cancello finalmente chiuso

UN LUOGO STORICAMENTE IMPORTANTE – La darsena storicamente è stata cuore pulsante della città in tutto il novecento, quando la principale attività economica per la città di Pozzuoli era la pesca. Successivamente, negli anni ’70 un po’ il bradisismo un po’ (soprattutto) la scelta di indirizzare Pozzuoli verso uno sviluppo industriale (miseramente fallito) hanno fatto si che il piccolo porticciolo dei pescatori andasse via via morendo. L’importanza storica del luogo è racchiusa anche nel nome stesso che i puteolani hanno dato all’area “O’ Gualion” che sta ad indicare il Galeone. Che nella fattispecie  non sarebbe un vascello qualsiasi ma bensì la nave con la quale San Paolo di Tarso sbarcò a Pozzuoli nel tentativo di evangelizzare la popolazione locale.

ANGELO GRECO
[email protected]