I tre sono stati fermati dopo l'aggressione del 24 marzo

BAGNOLI – I poliziotti del Commissariato di Bagnoli, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Rito Zito 23enne, Daniele Esposito 25enne e Pasquale Aruta 20enne, perchè responsabili in concorso tra loro, del reato di tentata estorsione; indagati inoltre in stato di libertà per il reato di concorso in lesioni dolose.

I FATTI –  risalgono alla notte del 24 marzo quando, a seguito di una richiesta di aiuto giunta 113, i poliziotti intervenuti quella notte, accertavano che i tre avevano dapprima estorto denaro a quattro giovani che avevano parcheggiato l’ auto nei pressi di una discoteca in via Coroglio e poi a seguito di  un diniego della somma richiesta, aggredivano due di loro, i due ragazzi che erano in compagnia delle rispettive fidanzate.

L’AGGRESSIONE – Le due giovani coppie infatti, dopo aver parcheggiato l’ auto, venivano avvicinati  prima da Esposito poi da Aruta che gli chiedeva la somma di 5 euro per la sosta. Ad un rifiuto delle vittime, i tre parcheggiatori hanno minacciato i due ragazzi affermando che, se non avessero pagato i 5 euro richiesti, avrebbero trovato l’ auto danneggiata. Ad un ennesimo rifiuto di adempiere alla richiesta estorsiva quindi,  Zito impugnando una stampella che aveva con sé, colpiva brutalmente al volto uno dei due malcapitati, che, per le ferite riportate quella notte, ricorreva alle cure mediche ospedaliere.

LE INDAGINI – A seguito di una laboriosa attività d’ indagine, i poliziotti sono  quindi risaliti all’identità dei tre malviventi e questa mattina li hanno rintracciati presso le loro abitazioni a Bagnoli. Per i tre parcheggiatori abusivi, riconosciuti poi anche dalle stesse vittime, si sono aperte le porte del Carcere di Poggioreale.