ISCHIA – La notte scorsa gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Ischia hanno arrestato la 21enne di Forio, Angela Lidia Sposato ritenuta responsabile del reato di stalking. La vittima è un giovane isolano che si era già rivolto alla Polizia di Stato per segnalare le ripetute condotte persecutorie e le aggressioni subite dalla Sposato, con la quale aveva avuto una breve relazione nello scorso mese di aprile, interrottasi dopo pochissimo tempo.

INSULTI E AGGRESSIONI – La donna, non aveva mai accettato di essere stata lasciata per cui, quasi quotidianamente, si presentava sul posto di lavoro dell’ex fidanzato, aggredendolo ed insultandolo. La rabbia nei confronti del ragazzo l’aveva portata addirittura a prendere di mira l’abitazione del giovane tanto è che in due occasioni, si è anche introdotta furtivamente in casa, in piena notte.

PICCHIATO DAVANTI AL TITOLARE – Il giovane aveva più volte denunciato tali comportamenti e, già nello scorso mese di luglio, la Sposato era stata arrestata in flagranza di reato e sottoposta all’obbligo di dimora nel comune di Forio con divieto di lasciare il proprio appartamento dalle ore 20.00 alle ore 8.00. Nella serata di ieri si è verificato l’ennesimo episodio persecutorio con una vera e propria aggressione fisica sul posto di lavoro dell’ex fidanzato, un parcheggio pertinente un noto bar dell’isola, minacce ed aggressione fisica a causa delle quali il giovane è ricorso alle cure mediche presso il locale nosocomio. Alla scena ha assistito il titolare del bar che ha allertato gli agenti del Commissariato.

L’ARRESTO – I poliziotti hanno così arrestato, in flagranza di reato la donna che è stata ristretta presso il carcere di Pozzuoli, in attesa della disponibilità del braccialetto elettronico che le consentirà il regime alternativo degli arresti domiciliari.