Da:
Renato D’Angelo
[email protected]

Messaggio:
Nel leggere il suo articolo (Pozzuoli/Tensioni nel PD) mi viene da considerare che, purtroppo, alcuni personaggi in politica vogliono imporre certe scelte che sono in contraddizione con la “casacca” che indossano. In proposito mi viene in mente – che in questa circostanza – sarebbe opportuno leggere l’articolo di Concita De Gregorio su La Repubblica del 14 febbraio: “Il termometro e la febbre dell’Elettore di sinistra”. Mi permetto riportare qui di seguito alcune righe che rispecchiano il “pensiero” dell’elettore di sinistra non solo puteolano ma di tutto il Paese: “Le primarie non si perdono mai, sono fatte per misurare il polso dell’elettorato, capire il suo stato d’animo e dare voce ai cittadini:che siano loro a dire da chi vorrebbero essere governati, e la gara cominci. La gara, va da se, è quella che viene dopo: è la competizione con l’avversario politico. Le primarie sono fatte per trovare la persona giusta per vincere le elezioni“. Se si ama la propria terra bisogna misurarsi democraticamente e se del caso fare anche un passo indietro.