Il campioncino Vincenzo Sarnataro

POZZUOLI – Campioni d’Italia. Arriva un’altra enorme soddisfazione per il Real Lions, società di pattinaggio artistico di Monterusciello: Vincenzo Sarnataro, già campione d’Italia Fip nel 2010 e campione regionale negli ultimi tre anni, ha vinto il campionato Nazionale Uisp nella categoria juniores, che si è tenuto a Calderara di Reno (Bo), con un’esibizione sulle note di “Message for the Queen”. Abbiamo incontrato Luigi Renna, il presidente della società che gestisce insieme a sua figlia Ludovica, allenatrice di Vincenzo. Dai suoi occhi, e dalle sue parole, si carpisce quanto tenga al progetto sportivo e alla sua “famiglia” di atleti

L’INTERVISTA – Da quanto tempo avete intrapreso l’attività sportiva?

Abbiamo aperto questo centro 4 anni fa, nel 2008.

Com’è nata l’ idea?

Portare uno sport “d’elite” a in una zona disastrata come Monterusciello è stata una bella scommessa. Solo dopo di noi sul territorio puteolano sono nate altre cinque o sei scuole di pattinaggio.

Ci parli del “fenomeno” Sarnataro.

Vincenzo è stata la nostra scommessa più bella e che ci ha dato più soddisfazioni: mettere i pattini a un ragazzo di Monterusciello non è stato facile. Lui ha messo i pattini per la prima volta con noi e in qualche anno ha praticamente vinto tutto. La vittoria di un ragazzo della zona ha più valore, considerando che stiamo parlando di un quartiere che non offre nulla ai giovani, ma siamo riusciti a superare la diffidenza della gente. Adesso per lui aprono le porte del Campionato Nazionale F.I.P., in cui ha già trionfato due anni fa. Il campionato F.I.P. inizierà il 10 luglio a Bologna.

In prospettiva ci sono altri virgulti da “lanciare”?

Nel campionato F.I.P., oltre a Sarnataro porteremo altri quattro ragazzi, sperando che possano seguire i successi del loro compagno, mentre ad agosto ci sarà uno stage internazionale a Roccaraso), perchè è giusto che i ragazzi abbiano un confronto con i loro coetanei di altri Paesi. Questo, oltre a fargli imparare qualcosa del pattinaggio, potrebbe anche servire alla loro maturità personale.

Una curiosità, lei ha mai pattinato?

No. Ho iniziato a conoscere questo sport, seguendo la passione di mia figlia Ludovica. Lei è un’ex pattinatrice, che purtroppo si è dovuta fermare per un brutto infortunio e ha cominciato la carriera da allenatrice. E’ la più giovane allenatrice di pattinaggio artistico di tutta la Campania. Allena solo da due anni, ma già si è tolta parecchie soddisfazioni, come dimostrano i successi ottenuti con Vincenzo.

Quali sono le maggiori difficoltà che avete trovato da quando avete intrapreso questa avventura?

L’inizio non è stato facile: ho costruito questo impianto esclusivamente con soldi miei. Il problema però è che siamo stati derubati ben quattro volte e non è facile ripartire ogni volta praticamente da capo.

Cosa attende dal futuro sportivo della sua realtà?

Oltre ai risultati sportivi, che sono comunque sempre ben accetti, il nosto vero obbiettivo è che questo centro diventi un punto di riferimento e viva della partecipazione dei ragazzi, e che un domani, riunendoci con mia figlia e con gli altri collaboratori, possiamo ricordare e raccontare di questa bella esperienza, consapevoli di aver fatto qualcosa di bello.

Ha qualche ringraziamento da fare?

Certamente: mi preme molto ringraziare il Sindaco Vincenzo Figliolia, che è sempre stato molto attento alla nostra realtà, e al Comandante dei Vigili Urbani, Carlo Pubblico, anche lui sempre disponibile a risolvere le nostre necessità per quanto possibile. Ma un ringraziamento particolare va soprattutto al nostro sponsor principale, Medy Sport, che è fondamentale per la nostra sopravvivenza.

Comunicato stampa a cura di ROSARIO DI MARE