Un parcheggiatore abusivo in azione nel nuovo spazio a "Largo palazzine"

Da:
gianni biccari

Messaggio:
Vi giro quanto da noi scritto riguarda questo affligente problema che ci è capitato, a noi residenti, tra capo e collo, non bastassero già i tanti balzelli e le numerose vessazioni che il governo centrale e l’amministrazione (!) locale ci propinano.
Vi pregherei di pubblicare il nostro malessere e di dare risalto, nei limiti del possibile, al fatto che ci siamo costituiti in una sorta di comitato e che siamo presenti su FB con la pagina Salviamo le Palazzine.

PROBLEMATICA PARCHEGGI LARGO PALAZZINE

L’ordinanza sindacale n° 81 del 1 marzo 2013 promulgata dal Sindaco di Pozzuoli disciplina la sosta sulle strisce blu in Largo Palazzine e vie adiacenti.  Dalla lettura del testo risulta che tutti i residenti che insistono sulle seguenti strade:

• Via Bardia
• Via G. Diano (tutta)
• Via Girone
• Trav. Iaccarino
• Via Pollice
• Corso Terracciano

avranno a disposizione solo 25 (venticinque) posti liberi su stalli di colore giallo e 57 (cinquantasette) stalli di colore bianco per sosta libera con disco orario (max 1 ora) previo rilascio e esposizione di un permesso unico per ogni gruppo familiare (una sola auto a famiglia) ed attività commerciale e/o professionale. Se si considera che sulla zona indicata nell’OS insistono diverse centinaia di gruppi famigliari e imprese di vario genere, va da sé che tale situazione
determinerebbe un esborso enorme a cittadini che già sono vessati da tasse e balzelli di ogni genere oltre a determinare gravi turbative di ordine pubblico nel tentativo degli aventi diritto, di accaparrarsi i pochissimi posti a disposizione.
Nel territorio del Comune di Napoli così come in quello del territorio di Bacoli, Roma, Milano, Torino e così via, la sosta è regolamentata allo stesso modo che questa iniqua e discriminatoria Ordinanza prevede ma con la differenza che ai residenti della zona è consentito, dietro pagamento di una tassa annuale di poche decine di euro, parcheggiare liberamente anche sulle striscie di colore blu. Chiediamo quindi a tutti i cittadini interessati di partecipare alle iniziative che sarà necessario intraprendere al fine di salvaguardare pacificamente ma con forza e determinazione i nostri diritti e se dovesse rendersi necessario, anche ad unirsi ad un eventuale comitato apolitico che dovesse costituirsi.

Nel frattempo vi invitiamo a visitare e condividere la pagina Facebook
SALVIAMO LE PALAZZINE