Carlo Carnevale, uno dei prossimi arrivi in casa Pozzuoli Volley

POZZUOLI – In attesa della definizione dell’accordo con il main sponsor, il cui marchio Rione Terra è detenuto dall’imprenditore Sergio Di Bonito, si continua con il rafforzamento della rosa e dello staff tecnico. La società attualmente è in trattativa per l’arrivo di Mauro Iodice, che lo scorso anno ha difeso i colori dei Black Lions. Duttile giocatore che può ricoprire vari ruoli, Iodice è un vero jolly del rettangolo di gioco, uno di quei giocatori pronto a fare la felicità di ogni allenatore. Trattativa  in corso anche quella con Carlo Carnevale “banda” che l’anno scorso ha giocato nella Volley World. Una volta concluse le trattative con questi due giocatori il mercato del Pozzuoli Volley potrà dirsi concluso.

 

STAFF TECNICO E SOCIETA’- Novità anche dal punto di vista del settore tecnico e societario. La prima è quella della chiusura dell’accordo con il preparatore atletico Paolo Aruta, nome importante nel mondo dello sport: gli addetti ai lavori  ben conoscono le sue qualità perché negli ultimi anni ha collaborato con team di volley di serie B e C di alta classifica. La seconda  è che la società avrà l’onore di annoverare tra i suoi dirigenti per la prossima stagione Salvatore Vivenzio, campione napoletano che ha iniziato a giocare da piccolo a Fuorigrotta con il professor Vece, vero talent scout (si ricordano le scoperte Errichiello e Iannone) che ha anche calcato il palcoscenico della serie A con varie squadre tra nord e sud. Vivenzio vive da anni insieme alla sua famiglia a Pozzuoli ed è lietissimo di partecipare al progetto puteolano.

 

L’APPORTO DI VIVENZIO – Salvatore, visti i suoi trascorsi e la sua umiltà, dovrà essere l’esempio per tutti i bambini di Pozzuoli per lo sviluppo di un sano sport e insegnamento di vita. Vivenzio per tutto l’anno porterà durante i corsi dei bambini la sua esperienza di campione cercando nel suo piccolo di insegnare il sacrificio, l’energia, l’autostima e l’ambizione a conquistare i propri sogni, «Elementi fondamentali per il proseguo della vita di ognuno di essi», commenta il team manager Giovanni Coratella

 

AG