PESCARA– Il Flegreo torna a vincere e lo fa nel migliore dei modi, in trasferta, contro una concorrente diretta nella lotta salvezza. Pur non brillando sul piano del gioco, le puteolane sono sempre in controllo del match, fin dai primi minuti, dove riescono a piazzare un mini-break di 3 a 0 con Valkai in apertura, poi Anastasio F. ed ancora Valkai. Nella parte finale di quarto un calo di concentrazione consente alle abruzzesi di rientrare in partita con Perna prima e con Vidonis in superiorità nel finale. Il secondo quarto si apre con una splendida palomba di Parisi, ma il Pescara resta vivo con Coletta. Anastasio F. segna il superiorità piazzando il +2, ma il gioco fisico della ragazze di Maksimov contengono l’offensiva flegrea che non riesce più ad allungare. A 30” dal cambio panchine la rete di Perna manda il Pescara all’intervallo lungo con solo una lunghezza da recuperare. Protagonista in avvio di terzo quarto Anastasio F, a segno con una doppietta e già a 4 realizzazioni nell’incontro. Splendida intesa sull’asse Valkai-Parisi con la giovanissima puteolana che concretizza la controfuga. La solita Perna prova a frenare il passivo, ma Il Flegreo è molto efficace in attacco  e prima con Mook e poi con Valkai piazza il +5. Quando la partita sembrava ormai in archivio, ancora un calo di concentrazione delle puteolane che subiscono 3 reti in rapida successione che consentono al Pescara di rientrare in corsa. Ma in avvio di ultimo quarto ci pensa ancora una volta Valkai a distanziare le avversarie mettendo in rete il gol del nuovo +3. La rete galvanizza le puteolane che in attacco muovono bene la palla andando a segno con Dirupo con l’uomo in più. Il Flegreo blocca le bocche di fuoco abruzzesi limitando di molto l’offensiva delle avversarie. Quando Vitiello mette dentro il gol del più 5 la gara è ormai in archivio con coach Koinis che concede minutaggio a tutte le componenti della panchina.

IMPORTARE ERA VINCERE– “Non abbiamo giocato benissimo, – commenta il tecnico di Patrasso Ioannis Koinis – ma l’importante era prendere i 3 punti. La prossima partita in casa contro il Catania sarà ancor più importante. Dobbiamo lavorare bene in settimana per migliorare alcune disattenzioni difensive viste a Pescara e rimanere sempre concentrarti in tutte le fasi della partita”.

Pescara 9 – 13 Flegreo (2-3; 2-2; 4-5; 1-3)

Pescara: De Petris; Finocchi 1; Scialoia; Caltabiano; Travaglini; Di Berardino 1; Vidonis 2; D’Anteo; Perna Vanessa; Cavaliere; Coletta 1; Perna Veronica 4; Giordano