Assunta Di Silvestro, forniva informazioni sulle vittime

POZZUOLI –  Un ruolo importante nella banda lo avevano le due donne. Infatti, secondo le ricostruzioni dei carabinieri delle Compagnie di Pozzuoli e Casal di Principe, avrebbero avuto il ruolo di raccogliere informazioni sulla vittima e garantire ai componenti della banda supporto logistico. Nella fattispecie, Assunta Di Silvestro, residente a Licola Mare e quindi vicina di casa delle vittime rapinate, forniva informazioni sugli obiettivi, mettendo la propria abitazione a disposizione del gruppo, consentendo la sosta di attesa fino al momento notturno più propizio e attendendo il rientro immediato degli autori del colpo per dargli rifugio, partecipando alla spartizione del bottino. Mentre Maria Domenica Lettieri invece conduceva il gruppo, con la propria autovettura, dalla base operativa di Cancello ed Arnone sino agli obiettivi, recuperandoli dall’abitazione della Di Silvestro dopo la commissione dei colpi e partecipando alla spartizione del bottino. Alle due donne, in particolare, era giunta la voce che Antonietta Gigante nascondeva una somma di denaro superiore ai 10mila euro nella sua abitazione.

Maria Domenica Lettieri, autista del gruppo

GLI UOMINI –  I tre invece entravano materialmente nelle abitazioni svegliando nel sonno le vittime e immobilizzandole. Giovanni Lettieri ha partecipato alla rapina e omicidio del 19 novembre 2011, mentre non ha preso parte alla rapina commessa una settimana prima, il 12 novembre 2011, nell’abitazione di un’altra anziana del posto. Infine, Jeton Jella ha partecipato alla rapina del 12 novembre 2011, mentre non ha preso parte alla rapina e omicidio commessi il 19 novembre 2011.

GDG