Pro Handicap

BACOLI- Potrebbe tenersi martedì una manifestazione di protesta alla casa comunale di via Lungolago organizzata dall’Associazione di volontariato O.N.L.U.S “Pro Handicap”. Quest’anno infatti, dopo 15 anni, il progetto “Mare per tutti” rischia di arenarsi a causa del mancato rinnovo della concessione per l’uso dei locali della scuola materna a Miseno e della revoca dell’autorizzazione relativa alla sosta permanente per i veicoli dei soggetti con difficoltà motorie nello spazio antistante la scuola.  Insomma niente sede e niente parcheggio per 240 disabili assistiti dall’associazione. In queste ultime ore però, l’Amministrazione è a lavoro per cercare una soluzione che possa garantire il regolare svolgimento dell’attività e assicura che saranno prese in esame tutti i possibili interventi.

IL PROGETTO – Era il 1996 quando il progetto “Mare per tutti” vide la sua nascita. Un progetto importante per organizzare spazi e attrezzature idonee a facilitare l’accesso al mare ai disabili in carrozzina. Assistenza di personale specializzato durante il bagno; servizio mensa ma soprattutto la possibilità di condividere momenti di scambio e di reciproca integrazione. Tutto questo è “Mare per tutti” che dal 2004 è rientrato nei servizi offerti dal Piano Sociale di zona Ambito.4 per i Comuni Flegrei. Nel corso degli anni, l’idea progettuale si è infatti ulteriormente allargata grazie al sostegno dei Comuni interessati ma anche grazie alla Caritas Diocesana di Pozzuoli, contribuendo all’acquisto di tute le attrezzature necessarie. Senza poi trascurare il ruolo fondamentale dei volontari che in questi 15 anni sono aumentati sempre di più dando modo all’associazione di diventare una grande famiglia.

LA PROTESTA – E’ scattata la protesta dopo l’esito negativo da parte del Consiglio del 1° Circolo Didattico di Bacoli circa l’utilizzo dei locali adibiti a scuola materna. Locali che sono stati oggetto di interventi di ristrutturazione e che potrebbero essere interessati da ulteriori verifiche strutturali per l’accertamento dell’agibilità. Al momento, il Comune di Bacoli ha autorizzato il solo transito antistante la scuola per raggiungere l’arenile. Un vero e proprio paradosso: uno spazio non agibile ma che però è utilizzabile per il passaggio dei disabili. L’Associazione Pro Handicap, titolare della concessione demaniale per l’utilizzo dell’arenile antistante la scuola, non ci sta a vedersi negato l’utilizzo della scuola fondamentale per la piena realizzazione del progetto e da questa mattina sono in corso una serie di trattative con l’Amministrazione. Qualora non fosse trovato un accordo entro martedì, l’Associazione è pronta a scendere in campo.

ANNARITA COSTAGLIOLA
[email protected]