Navi da crociera in arrivo nel porto di Pozzuoli

MESSAGGIO:

Egregio direttore, mi è capitato di leggere una notizia secondo la quale Pozzuoli potrebbe diventare meta delle navi da crociera. Premesso che vorrei capire se tecnicamente il porto della Città è in grado di accogliere un tale traffico, una scelta del genere mi lascia comunque molto perplesso. A tal proposito vorrei condividere con Lei, con i lettori e con il nostro Sindaco alcune considerazioni: a mio modesto avviso una simile decisione prima di essere adottata dovrebbe essere discussa con la Cittadinanza per poi essere sottoposta ad un referendum locale, per l’impatto ambientale che una scelta simile comporterebbe, mentre quello economico sarebbe da dimostrare. Esisteva un progetto che prevedeva la riqualificazione del comprensorio Porto-Rione Terra al quale bisognerebbe dare forse preventiva attuazione, prima di pensare di far attraccare i “giganti del mare”. Immagino i crocieristi che una volta sbarcati troverebbero il Rione Terra chiuso per lavori in corso sospesi ancora una volta, il Serapeo ridotto a stagno, il Flavio con gli ambulacri allagati, lo Stadio fruibile quando possibile! Vede sig. Sindaco (lasci che mi rivolga a Lei direttamente), Pozzuoli ha necessità di un turismo colto che non è rappresentato dai crocieristi di passaggio; voglio dire che bisogna operare una scelta tra il privilegiare un turista che viene nella nostra Città solo per mangiare ed uno che sia invece attento alle peculiarità culturali e naturali dell’Area Flegrea che bisogna invogliare a diventare un frequentatore abituale. Ma per fare ciò bisogna valorizzare quanto abbiamo, quindi: creare percorsi enogastronomici, rendere fruibili i beni archeologici facendoli rivivere con eventi culturali, ristrutturare i cespiti pubblici inutilizzati e destinarli ad attività sociali, di ricerca oppure cinema, teatri; è mai possibile che Pozzuoli non abbia almeno un teatro e abbia un solo cinema? Possiamo trasformare Pozzuoli in un museo e albergo diffusi, senza bisogno di ricorrere a soluzioni semplicistiche, i cui benefici effimeri verrebbero superati dai disagi. Coinvolgiamo tutti i Cittadini per prendere le decisioni sul futuro della nostra Città, scegliendo insieme i progetti migliori!

Grazie!

 

Antonio