Via San Gennaro Agnano

POZZUOLI – Sarebbe stato vittima di un pirata della strada il giovane rimasto ferito nella notte a Pozzuoli. L’uomo, che ora è ricoverato in prognosi riservata è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre era alla guida del proprio motorino. Secondo le prime ricostruzioni sarebbe rimasto coinvolto in uno scontro con un’ automobile che dopo l’impatto avrebbe continuato la corsa senza fermarsi a prestargli soccorso.

E L’ENNESIMO GRAVE INCIDENTE – che si registra lungo le strade puteolane dopo appena 48 ore dalla notizia della morte del povero Giovanni Costagliola, il 21enne rimasto vittima martedì sera ad Arco Felice in uno scontro frontale tra la sua Alfa 147 e una Fiat Panda. Mentre sarebbero in miglioramento le condizioni della 18enne ricoverata all’ospedale Cardarelli di Napoli che si trovava con lui nell’abitacolo.

La strada lungo la quale è avvenuto l'impatto

TEATRO DELL’INCIDENTE – la scorsa notte è stata via San Gennaro Agnano, strada di collegamento tra Pozzuoli e Agnano, nei pressi del vulcano Solfatara. Erano le 4 del mattino quando lungo la strada avveniva lo scontro tra l’automobile e un motorino. Nell’impatto il conducente del mezzo a due ruote cadeva rovinosamente sull’asfalto, ferendosi. Sul posto giungevano i sanitari del 118 a bordo di un’ambulanza e gli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli. L’uomo veniva trasportato presso l’Ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli. Sul luogo dell’incidente i poliziotti effettuavano i rilievi del sinistro alla ricerca di tracce utili per risalire al mezzo coinvolto nell’impatto con il motorino dell’uomo.

L’EPISODIO – della scorsa notte ricorda la triste vicenda di Salvatore Mele, il pensionato di 66 anni travolto la sera del 14 maggio scorso in via Campi Flegrei mentre stava attraversando la strada. Il conducente della Smart non si fermò a prestargli soccorso facendo perdere le sue tracce. Il 66enne morì dopo un mese di agonia mentre il pirata solo dopo 10 giorni dall’incidente si presentò davanti ai poliziotti ammettendo le proprie colpe.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]