Il dottor Rosario Porzio

SALUTE – Le loro capacità “scavengers” (antiossidanti) sono oggetto di studi internazionali da molti anni, in particolare lo sono quelle molecole attive note come polifenoli ed antocianine (sostanze che danno a frutta e verdura quel caratteristico colore viola-blu), capaci di spazzare via i radicali liberi (prodotti tossici di scarto delle reazioni chimiche del nostro organismo) e prevenire l’invecchiamento e le malattie degenerative come cancro, diabete, ipertensione. Parliamo delle verdure e dei frutti rossi, blu e viola come il radicchio, il mirtillo nero, il mirtillo rosso (e tutti i frutti di bosco come le fragoline), le bacche di acai e via dicendo.

 

LO STUDIO “MADE IN ITALY”- In questo nostro intervento di medicina naturale parleremo invece di una scoperta che mette in luce altre interessanti proprietà di alcuni frutti di quel colore: more e lamponi. Mangiare 150 grammi di more e lamponi al giorno aiuterebbe a prevenire e curare la gastrite. Uno studio biennale “made in Italy” dell’Università di Milano e della “Fondazione Mach di San Michele All’Adige” ha messo in risalto il fatto che questi frutti, già ricchi di vitamine antiossidanti come la Vitamina C e la Vitamina A ,di antociani e polifenoli, avrebbero anche un’elevatissima concentrazione di Ellagitannini, principi attivi dotati di una potente attività antinfiammatoria ed antiossidante. Gli Ellagitannini sono oggetto di un recente studio che mette in evidenza le loro capacità antitumorali ed antivirali. E’ possibile assumere questi frutti rossi e blu anche come estratti secchi incapsulati e titolati in Ellagitannini per goderne dei salutari benefici.

 

DOTTOR ROSARIO PORZIO