Lo striscione affisso all'ingresso dell'istituto

POZZUOLI –   Da questa mattina l’IPSAR (alberghiero) Petronio di Monterusciello è occupato. A prendere possesso della struttura da questa mattina alcuna centinaia di studenti. Alla base della protesta la mancata apertura della secondo plesso (ex ospedale in zona San Gennaro) ed i conseguenti doppi turni. Gli studenti puntano il dito contro il Preside, reo a detta loro “di aver bluffato sui tempi di apertura della nuova sede”.

GLI OCCUPANTI – «Il Preside ha accettato troppe iscrizioni vendendosi una sede non ancora in suo possesso – accusa Agostino uno dei rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di Istituto – a settembre ci disse che entro metà ottobre avremmo avuto a disposizione la nuove sede, poi ci fu detto che la data sarebbe stata novembre, ora ci si prospettano turni pomeridiani che in alcuni casi finirebbero alle 18:40. Ci sono ragazzi che vengono da Marano, Qualiano e qualcuno anche da Castelvolturno, sono turni che non possiamo accettare, finiremo la mobilitazione solo quando avremmo risposte chiare e certe»

Studenti in assemblea durante l'occupazione

I RAPPRESENTANTI – Secondo i rappresentanti poi doppi turni incidono anche sulla pulizia e l’igiene della scuola «Il personale deve dividersi su due turni ed assicurare la corretta pulizia di aule, bagni e corridoi è praticamente impossibile. Ci sono ancora i cestini pieni da prima delle festività natalizie, aule bagni e corridoi sono sporchi». Per gli allievi anche il degrado in cui versa la scuola è colpa del sovraffollamento, con loro infatti abbiamo fatto un breve giro per le aule per vedere appunto cosa significa una scuola sovraffollata.

IL PRESIDE – Stamattina al Petronio era assente il Preside Luigi Arionte che raggiunto telefonicamente ha dimostrato tutto il suo stupore sull’accaduto  «Sono meravigliato, i ragazzi conoscono bene la situazione della nuova struttura – ha esordito il Preside – la scuola sarà pronta tra un mese, si è risolto il problema dell’allaccio fognario, a brevissimo arriveranno gli arredi ed anche la cabina elettrica. E’ una situazione praticamente risolta, del resto il Presidente della Provincia Cesaro, quando è venuto il 17 dicembre è stato chiarissimo sui tempi, spero che questa protesta rientri il prima possibile».

20 CLASSI IN ESUBERO – Oggi il Petronio conta 1680 per 55 classi totali, 20 in più rispetto alle aule a disposizione nella struttura di Monterusciello. Un problema che si era già presentato lo scorso anno ma che fu possibile arginare grazie ai turni di rotazione. Sul posto durante la mattina si sono recati sia i carabinieri della locale caserma di Monterusciello che la polizia del commissariato di Pozzuoli. Le forze dell’ordine hanno provato a convincere i ragazzi ad abbandonare questa forma di protesta. Intanto gli occupanti fanno sapere che questa notte resteranno a presidiare l’istituto una trentina di alunni tutti maggiorenni.

ANGELO GRECO
[email protected]

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]