MONTE DI PROCIDA – «No la luna ma il semaforo». E’ la scritta che campeggia sullo striscione, che questa mattina ha aperto, a Monte di Procida, il corteo partito da via Panoramica con destinazione Salita Torregaveta. La manifestazione di protesta è stata indetta dai commercianti del piccolo centro flegreo, allo stremo delle proprie forze dopo la chiusura al traffico veicolare della provinciale a seguito di un cedimento della carreggiata e della scarpata sottostante avvenuto il 19 settembre scorso. Al fine di limitare i disagi, la Città Metropolitana, Ente gestore dell’arteria viaria, appena due settimane fa ha riaperto parzialmente la strada, ma a senso unico in uscita. Una soluzione temporanea, in attesa che le opere di consolidamento siano del tutto ultimate.

LA RICHIESTA – Imprenditori e famiglie sollecitano l’ottenimento del doppio senso di circolazione regolato da semaforo e tempi certi riguardo la riapertura dell’arteria. La richiesta l’avevano fatta all’Amministrazione comunale giorni addietro ma dall’Assise ancora si attende risposta. E’ su di loro, infatti, che pesa maggiormente il blocco della strada che mette in collegamento Monte di Procida con i comuni limitrofi. Innumerevoli i disagi arrecati anche a migliaia di pendolari, studenti e lavoratori che ogni giorno sono costretti a raddoppiare i tempi fronteggiando ingorghi e traffico.

“AMMINISTRAZIONE ASSENTE” – All’iniziativa hanno preso parte circa 100 persone. Oltre ai commercianti che hanno indetto la manifestazione e ad alcuni residenti, erano presenti anche l’ex sindaco di Monte di Procida Franco Iannuzzi, da sempre sensibile alla problematica e le consigliere di opposizione Carmela Pugliese e Rossana Scotto di Carlo.

STASERA TUTTI AL COMUNE – «Ci siamo dati appuntamento alle 7 di questa mattina – spiegano gli organizzatori – abbiamo informato la cittadinanza e le istituzioni nelle piazze, attraverso i social e siti di informazione online ma nessuno dell’Amministrazione ci ha raggiunti in strada. Questa sera – concludono – alle 19 ci recheremo nuovamente in Municipio. Purtroppo, disagi di questo genere può comprenderli soltanto chi li vive ogni giorno o vede i propri incassi dimezzarsi». Lungo il cantiere sono stati apposti simbolicamente dei fiori ed un cartello che recita «Qui giace Salita Torregaveta».