Il quantitativo sequestrato dalla Guardia Costiera

POZZUOLI – Una tonnellata di alici sequestrata e 4mila e 500 euro di multe. E’ questo il bilancio dell’operazione condotta dagli uomini del Capitaneria di Porto di Pozzuoli a Monte di Procida per combattere il fenomeno della pesca illegale. Il blitz, correlato alla lotta serrata che i militari stanno facendo al pescato fuori legge immesso sui banchi di vendita dei mercati al dettaglio ed all’ingrosso, è andato in scena alle prime luci dell’alba presso i punti di sbarco del mercato all’ingrosso. In questa circostanza, durante i controlli ad una nota imbarcazione dedita alla pesca di pesce azzurro, i militari hanno verificato a bordo del peschereccio attrezzature di pesca non conformi alla legge ed alcune anomalie nella documentazione di bordo di alcuni marinai.

LE OPERAZIONI – Oltre al sequestro di circa 1000 kg di alici, pescato nelle acque di Acquamorta nel piccolo comune di Monte di Procida, i militari hanno inflitto ammende per circa 4500 euro. Il pescato sequestrato, una volta confermata la genuinità del prodotto, è stato devoluto in beneficenza all’associazione “La Tenda”, per intercessione della Caritas di Napoli.

ANGELO GRECO