La casa comunale di Monte di Procida

MONTE DI PROCIDA – Nel novembre del 2009 inveì violentemente contro il Comandante dei Vigili Urbani di Monte di Procida ed oggi, dopo 4 anni, la Sezione distaccata di Pozzuoli del Tribunale di Napoli ha condannato a otto mesi di reclusione e al risarcimento dei danni un dipendente comunale del piccolo comune flegreo reo dell’aggressione verbale.

 

I FATTI – L’uomo, oggi 65enne, all’epoca dei fatti era dipendente del Comune di Monte di Procida, presso l’ufficio tecnico. Il 2 novembre del 2009, l’uomo ebbe un alterco con una dipendente dell’ufficio del personale. Il Comandante dei Vigili Urbani, Ugo Rosario Mancino, fu invitato dalla segretaria comunale, Giulia Di Matteo a calmare l’uomo evidentemente esagitato. Proprio l’intervento del capo della Polizia Municipale fece andare in ulteriore escandescenza l’uomo, che inveì violentemente contro il comandante.

 

RISARCIMENTO IN BENEFICENZA – A seguito dell’accaduto il Comandate Ugo Rosario Mancino sporse regolare denuncia e quasi 4 anni dopo si è arrivati alla fine giudiziaria della storia, con la condanna del 65enne. Il Comandante Mancino ha subito tenuto a precisare che tutto il risarcimento in denaro stabilito che verrà stabilito dal Tribunale di Napoli andrà completamente in beneficenza.