MONTE DI PROCIDA – Campane per la raccolta del vetro sature attorniate da cumuli di sacchetti che all’interno del contenitore non hanno trovato accoglienza. Proliferano di giorno in giorno i rifiuti in Piazza Sant’Antonio, dove un angolo dello spiazzale antistante l’omonima Parrocchia si è oramai trasformato in una mini discarica “a cielo aperto”. Uno spettacolo indecoroso ma che si ripete spesso e a cui residenti, commercianti e frequentatori del posto si dicono avvezzi: cittadini “costretti” a depositare le buste o le singole bottiglie ai piedi delle campane debordanti. E sono proprio questi ultimi a lanciare un appello al Comune affinché provveda quanto prima a ripristinare il giusto decoro in quell’unico spazio di ritrovo e svago per chi vive in località Casevecchie.