Il sindaco di Monte di Procida, Francesco Paolo Iannuzzi

MONTE DI PROCIDA –  Nella giornata di ieri è stata protocollata dai consiglieri di maggioranza Salvatore Capuano e Nunzia Scotti presso la Casa Comunale di Monte di Procida una dichiarazione di indipendenza dal gruppo “Un Monte Migliore”, con contestuale restituzione  delle rispettive deleghe allo Sport,  al Cimitero, all’ Informatizzazione, all’ Associazionismo, alle Politiche Giovanili e BibliotecaNella nota si legge che dopo attenta riflessione i due ritengono di non poter più condividere in pieno  il percorso politico del gruppo “Un Monte Migliore”, per incompatibilità con gli indirizzi politici presi dal gruppo. Oggi inoltre, gli stessi consiglieri hanno dato vita ad un nuovo Gruppo Consiliare denominato “Giovani per Monte di Procida”, nominando come capogruppo il consigliere Capuano.

MAGGIORANZA ASSOTTIGLIATA – Dunque facendo due conti, attualmente, il consiglio comunale è composto dal gruppo “Un Monte Migliore” con 9 membri, Svolta Popolare 5 membri e Giovani per M.d.P. 2 membri. Numeri ancora lontani per destare la preoccupazione del sindaco Franco Iannuzzi in merito alla tenuta della maggioranza. Il consigliere Capuano  ha dichiarato: “Il Gruppo si è formato per avere piena indipendenza politica nelle scelte, e cercare di dare un contributo propositivo e fattivo all’azione dell’esecutivo. Ci sono state delle scelte che non potevamo condividere, che ci hanno portato all’allontanamento lento e costante dal gruppo, e alla formazione di un nuovo gruppo, indipendente, che possa dissentire con forza ove occorra, o contribuire nelle scelte che riterremo utili per il nostro paese”.

IMPRESA DIFFICILE –  Il consigliere Scotti ha aggiunto: “Abbiamo cercato di lavorare fianco a fianco con i componenti del gruppo in questo primo anno del nostro mandato e l’impresa è stata a tratti non  facile. Il motivo potrebbe essere la nostra inesperienza, ma potrebbe essere anche il portare avanti da parte dei colleghi una politica forse superata dati i tempi, in cui due giovani difficilmente si rispecchiano, il nostro gruppo, che non a caso si chiama giovani per Monte di Procida, si interfaccerà con l’altro gruppo di maggioranza con l’auspicio di stimolare una politica del fare”.

REDAZIONE