MONTE DI PROCIDA – Sono in tanti i fruitori del porticciolo di Acquamorta che, in questi giorni, esprimono il proprio malcontento per l’assenza di illuminazione al campo boe, ove sono ormeggiate decine di natanti. Un disagio notevole per i pescatori ma anche per i possessori delle imbarcazioni che rientrano dopo il tramonto, nonché una situazione di pericolo per quanti usufruiscono dell’area portuale. «Una condizione assai grave ai fini della sicurezza pubblica in un’area fortemente frequentata, che, priva come è di illuminazione, può diventare scenario di incidenti – spiega un montese – ma anche perché il buio è grande alleato dei ladri di barche».

LA RICHIESTA – «Non sarebbe la prima volta se i delinquenti prendessero di mira la Marina di Monte di Procida per rubare le imbarcazioni ivi stanti – conclude preoccupato – Proprio nel mese di maggio scorso sparì un natante nella notte e il mese successivo, fortunatamente, i ladri furono messi in fuga dagli ormeggiatori in servizio». La richiesta è di posizionare almeno un faro funzionante che illumini la rada, al fine di scongiurare spiacevoli episodi.