un dispositivo stampa biglietti per parcheggio orario

MONTE DI PROCIDA – Il Comitato “Liberi di sostare” in merito alla petizione popolare omonima consegnata al Comune in data 06/07/2012, mediante la quale 828 cittadini chiedevano la revoca dell’Ordinanza n.459 del 12/06/2012, chiede alla S.V. di ottemperare a quanto disposto dal richiamato art. 2 del Regolamento Comunale “Partecipazione e Referendum Comunali”. Nella fattispecie si richiamano i commi 6, 7, 8, 9 e 10, oggetto della presente richiesta:

I PUNTI –  6) La petizione rappresenta la formale domanda sottoscritta da almeno 50 cittadini o da almeno tre associazioni iscritte all’albo per esporre comuni necessità e chiedere adeguati provvedimenti amministrativi.
7) Il Sindaco, cui la petizione è rivolta, sottopone la questione al competente organo dell’Amministrazione, che procede al suo esame e predispone le modalità di intervento del Comune .
8) Dell’esito dell’istruttoria viene informato entro 30 giorni il soggetto primo firmatario della petizione.
9) Ove l’esame istruttorio si concluda con esito favorevole, e l’accoglimento della petizione comporti l’adozione di atti deliberativi degli organi elettivi ovvero di determinazioni dei dirigenti, la decisione sul relativo provvedimento deve essere assunta entro i 60 giorni successivi alla conclusione dell’istruttoria.
10) Qualora l’esame si concluda con esito negativo, il relativo provvedimento di diniego deve essere motivato.
In particolare, il Comitato e i numerosi cittadini firmatari della petizione, restano in attesa di conoscere le determinazioni che l’Amministrazione da Lei presieduta ha intenzione di assumere e quali sono le motivazioni poste alla base di tali decisioni.

CS