La nota ricevuta

MONTE DI PROCIDA –  Con una nota del 02 febbraio 2012, il Capo Dipartimento per gli Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha informato Michele Petrone che, a seguito della nota del 10.1.2012, ha trasmesso la Proposta di Legge per le valutazioni di competenza, all’Ufficio Legislativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Un’ulteriore conferma che, detta Proposta di Legge, sicuramente contiene elementi e suggerimenti validi almeno per poter dare impulso e avviare un approfondimento formale in sede legislativa.

OVVIAMENTE, oltre a questo importante e formale riscontro, sarebbe auspicabile che, anche gli altri destinatari(Leader e Capigruppo della Camera dei Deputati) ovvero la parte politica, in virtù delle riflessioni e dei suggerimenti contenuti in detta Proposta di Legge, si facessero carico, oltre ad un eventuale riscontro, di attivare almeno i doverosi e necessari approfondimenti politici tesi a innescare una discussione seria, costruttiva e concreta nelle sedi Parlamentari competenti.  Forse, per stimolare i nostri Parlamentari, sarebbe auspicabile, come più volte abbiamo suggerito ed auspicato che, dette sollecitazioni e Proposte, in alternative alle diffuse e confuse proteste e lamenti, venissero attivate dai Sindaci, dai Consigli Comunali, dalle Amministrazioni Provinciali e le Regioni, fino a giungere ai diversi Parlamentari e al Governo.

PURTROPPO,  sperando di sbagliarci, allo stato attuale, rispetto a questa problematica urbanistica tanto delicata ma tanto ignorata, l’unico riscontro concreto che evidenzia educazione e rispetto anche verso un semplice cittadino, è stato attivato da un Istituzione che è guidata da un Governo Tecnico che, fino a prova contraria, sta dimostrando con i fatti, seppur con tutti i limiti e le difficolta oggettive, di aver sostituito una classe dirigente politica che, oltre a litigare e criticare l’avversario, non ha prodotto alcun azione seria di Programmazione per il territorio, per i giovani e lo sviluppo. Una classe politica che negli ultimi anni, ha trasformato il confronto nelle sedi Parlamentari in tifo da stadio. 

UNA POLITICA occupata a difendere lo Status Quo ma che ha abbandonato i doveri e i ruoli ai quali sono chiamati e per i quali, purtroppo si auto-eleggono.  Se la Politica non si rinnova e riacquista dignità, dobbiamo solo sperare che ci sia sempre un Napolitano di turno che, affida incarichi a persone almeno preparate e serie. Il nostro impegno, anche fuori dalle istituzioni, sarà esercitato sempre con passione e responsabilità e senza perdere la fiducia in un riscatto d’orgoglio e onore da parte della classe politica a ogni livello.

LA RISPOSTA  è arrivata sulla nota della Proposta di Legge in materia Urbanistica inviata da Michele Petrone, al Presidente del Consiglio Prof. Mario Monti, ai Presidenti di Camera e Senatononchè a tutti i Leader e Capigruppo della Camera dei Deputati, dopo il formale riscontro del 2008 da parte del Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano, dopo il deposito in Parlamento aglia Atti Camera n.2391 del 2009, dopo la nota ricevuta da parte del Presidente della Giunta Regionale On. Stefano Caldoro, dopo l’iscrizione all’Odg del Consiglio Regionale della Campania n.76/4 del 24.11.2011, si è aggiunto anche il riscontro da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il gruppo giovalile di Coordinamento UdC