MONTE DI PROCIDA– Tempo di crisi per il più piccolo comune dei Campi Flegrei. La difficile congiuntura economica colpisce anche Monte di Procida e così è tempo di stringere la cinghia. Anche per la politica. Lo si legge nella delibera di giunta numero 184 con la quale Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio Comunale hanno espresso la volontà di rinunciare alla propria indennità relativamente all’ultimo quadrimestre dell’anno.

Monte di Procida - La casa comunale

LA CRISI- Potrebbe essere questa una delle ultime misure urgenti da varare per contenere la spesa pubblica. C’è già chi parla di atto di responsabilità, chi invece storce il naso considerando doveroso il gesto dei politici montesi. Fatto sta che la crisi economica ha invaso anche le stanze del municipio in via Panoramica e si cerca di correre al riparo per non affondare. Già nella scorsa consiliatura guidata dall’attuale Sindaco Franco Iannuzzi, l’opposizione, allora a capo con Pippo Coppola, parlò più volte di imminente dissesto finanziario. Solamente pizie malauguranti? Di certo la situazione pare difficile e non tira aria serena tra i banchi della politica. Ora, a seguito dei tagli economici su scala nazionale, il tutto sembra ancora più complicato al punto da rendere necessaria anche una riduzione del fondo risorse decentrate in misura pari al 11%.

IL CONSIGLIO COMUNALE- Una notizia che arriva come un fulmine al ciel sereno a pochi giorni dalla convocazione del consiglio comunale. Tra i punti all’ordine del giorno anche argomenti di natura finanziaria legati al bilancio del piccolo comune. In più occasioni il sindaco Franco Iannuzzi si è detto fiducioso anche in vista degli imminenti tagli.  Ma una cosa è certa: si preannuncia un autunno bollente nell’oasi felice dei Campi Flegrei.

ANNARITA COSTAGLIOLA
[email protected]