Un momento del match tra il Monte di Procida e il Procida
MONTE DI PROCIDA –  In merito all’episodio di domenica, in cui il capitano Di Matteo è stato tratto in inganno da un avversario attraverso la simulazione del fischio arbitrale, il Presidente Marasco è voluto tornare sull’episodio: «Ancora una volta il nostro giocatore ha dimostrato la sua estrema sportività – dichiara il patron gialloblù -, in quanto, nonostante fosse stato tratto in inganno dall’avversario, al momento della ripresa del gioco poteva sfruttare la situazione e procedere senza ostacoli verso l’area avversaria. Un comportamento che si contrappone a quanto dimostrato in campo dai nostri avversari, cercando strade decisamente poco sportive quale può essere quella dell’emulazione del fischio arbitrale. Al di là di tutto accettiamo la sconfitta maturata sul campo, ma come sempre usciamo vittoriosi dal punto di vista comportamentale».
Ufficio Stampa ASD Monte di Procida Cappella Calcio