MONTE DI PROCIDA – Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, ha diffidato il Consiglio Comunale di via Quandel affinché provveda, entro il termine di 20 giorni, ad approvare il bilancio 2016. In caso contrario, sarà prima nominato un commissario ad acta, poi si avvierà l’iter per lo scioglimento del Consiglio. La diffida è stata notificata l’11 maggio scorso. Il conteggio dei giorni utili alla discussione e all’approvazione del documento finanziario in pubblica Assise parte dal giorno successivo a quello in cui i consiglieri comunali hanno ricevuto la notifica.

LA DIFFIDA – Nella lettera del Prefetto si legge infatti che «l’approvazione del rendiconto di gestione relativo all’esercizio finanziario 2016» dovrà avvenire «nel termine massimo di venti giorni, decorrenti dalla data di notifica del presente provvedimento all’ultimo dei Consiglieri, significando che, in mancanza, saranno attivati i poteri sostitutivi ed avviata la procedura di scioglimento del Consiglio Comunale». Intanto, lo schema del documento contabile è stato approvato dalla Giunta Pugliese il 2 maggio. Ancora da definirsi il giorno in cui il parlamentino civico sarà chiamato a discutere la manovra.