ISCHIA – Una storia d’amore e di integrazione. Alaeddine e Yasmin si sono detti “sì” nel municipio di Ischia, dove nella mattinata di oggi è stato celebrato il matrimonio civile tra i due giovani, entrambi di origini tunisine. Diplomata all’istituto professionale “Telese” lei, che lavora nel settore turistico ed è nata nel 1996 a Lacco Ameno, sull’isola d’Ischia; classe 1989 lui. I due si sono conosciuti sui social network, conoscendosi poi in Tunisia, dove Yasmin va regolarmente a trovare amici e parenti.

IL RITO – Davanti a un nutrito gruppo di connazionali degli sposi, il rito è stato officiato dal vice sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, e tradotto contestualmente in arabo: «Quella tra Alaeddine e Yasmin – ha sottolineato – è una delle belle storie di un’isola votata da sempre all’accoglienza». Al termine della cerimonia, dolci tipici tunisini per tutti (tra gli altri, le kaak warka, ciambelline con ripieno di mandorle, e i makrouds, dolci di cuscus alla pasta di datteri tipici della Tunisia), poi sorrisi e foto di rito. La comunità tunisina a Ischia conta circa 250 immigrati regolarmente residenti e ben integrati nel tessuto sociale isolano.