Renzo Geronazzo

BACOLI – Venerdì scorso (30/09)  alle 10 nella cooperativa AVINO, abbiamo incontrato Renzo Geronazzo (presidente del consiglio d’amministrazione) e Beatrice Fabricatore (responsabile tecnico) dirigenti della “Flegrea Lavoro” (società con capitale del comune di Bacoli) in merito le carenze nello spazzamento e, più in generale, nell’igiene urbana.

RENZO GERONACCIO APRE L’INCONTRO –  accennando al ritardo di circa 30 anni rispetto altri comuni campani, dal quale Bacoli è partita con la raccolta differenziata, evidenziando le difficoltà sostenute e l’importanza dello sforzo compiuto: ciò ha costituito una priorità per la società che non ha potuto stornare la forza-lavoro su altri servizi. Conclude sottolineando l’azione meritoria del Coordinamento e della cittadinanza attiva nell’incalzare le istituzioni, ritenendo utile che si svolgano incontri sul territorio per verificare periodicamente i risultati raggiunti secondo un’ottica di “efficienza aziendale”: riferendo che era altresì nostra intenzione organizzare qualcosa del genere, si concorda di tenere a fine ottobre un’assemblea pubblica con la partecipazione della società, centrata sulla differenziata e temi soltanto accennati durante l’incontro, come il compostaggio per le grandi utenze (cooperative, condomini, parchi, ecc), la riduzione della volumetria dei rifiuti, nonché le carenze che abbiamo denunciato nel nostro manifesto del 20 luglio

 

Beatrice Fabricatore

ENTRANDO NEL MERITO DELLE PROBLEMATICHE – segnalate con la nota del 26 agosto, Beatrice Fabricatore sostiene la necessità di ottimizzare il servizio attraverso la meccanizzazione: come società, s’impegna ad inviare all’ufficio tecnico una relazione sulla necessità di ripristinare urgentemente i marciapiedi nelle rientranze prima utilizzate dai cassonetti, e di sollecitare dal sindaco una nuova ordinanza sull’obbligo per i privati a curare le piante adiacenti le proprie abitazioni ed attività, confidando in controlli più incisivi da parte della polizia municipale. Renzo Geronazzo integra tale esposizione, prospettando per l’inizio 2012 un servizio meccanizzato a pieno regime e riferisce che il 12 settembre la società ha inviato all’ufficio “gare e contratti” il capitolato per l’acquisto di due spazzatrici, di cui ora bisognerà spettare i tempi tecnici per l’appalto: su nostra domanda, assicura che è già prevista copertura finanziaria ritenendone quindi sicuro l’acquisto.

EVIDENZIATA LA NECESSTA’ – di assicurare, in attesa di tali mezzi, la pulizia delle strade con una maggiore sinergia coi responsabili del X settore per garantirne l’efficienza, e chiedendo come sia organizzato il servizio ovvero se esista uno specifico operatore per Cuma-Fusaro, Beatrice Fabricatore mostra come il territorio sia diviso in macro-aree tuttavia troppo ampie e che per ognuna (compresa quella in questione) “sulla carta” è previsto un operatore: nelle ultime settimane, continua, si sono riscontrati disservizi in varie zone dovute alle ferie dei dipendenti ora concluse, ma per il futuro spiega che la società sta studiando dei piani zona per zona (Renzo Geronazzo ci mostra quello relativo a Miseno) cui assegnare in giorni prestabiliti gli operatori disponibili, razionalizzandone così il lavoro: sui tempi, ci si impegna a realizzare questa pianificazione entro ottobre e che da questo mese, dovrebbe quindi partire un “servizio-tampone” in prospettiva della meccanizzazione dello spazzamento.

L’INCONTRO – è terminato alle 11,25. Spettando le valutazioni all’intero Coordinamento, come delegazione vogliamo sottolineare lo “spirito” costruttivo che ha caratterizzato l’incontro, in particolare la disponibilità della dirigenza a rapportarsi anche in maniera critica coi cittadini che presto convocheremo in assemblea.

COORDINAMENTO DELLE PERIFERIE