Il sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo

POZZUOLI – Da oggi e per sette giorni il Sindaco Agostino Magliulo sarà in ferie. Il primo cittadino ha deciso di allontanarsi dal lavoro per “ricaricare le energie” lasciando così per una settimana il timone della città. Ricordiamo che attualmente a nessuno è stata data la delega di vice sindaco. Chi è quindi oggi il rappresentante della città? La “regola” vuole che in assenza di un vice sindaco delegato a esercitare le funzioni di primo cittadino è l’assessore anziano, cioè quell’assessore la cui delega è stata depositata per prima. In questo caso sarà quindi l’assessore Manuela Mazzi.

RIMPASTO IN VISTA? – Voci provenienti dal Comune dicono che il Sindaco abbia preferito defilarsi per qualche giorno dando il tempo alla politica di “organizzare” il futuro rimpasto di Giunta. Rimpasto che sarebbe necessario per sedare i “mal di pancia” della civica “Pozzuoli Futura”. Il movimento politico che fa capo a Filippo Monaco è dal giorno della presentazione della Giunta che recrimina la nomina di un proprio assessore.

Manuela Mazzi - Assessorato Normalità, Sicurezza, Politiche Sociali, Culturali e Contratti

I RISCHI – Se il Sindaco e la sua maggioranza non accontenteranno Monaco & Company allora Magliulo rischierà di trovarsi di fronte a un consiglio pressoché ingestibile. Ma dall’altra parte invece, se dovesse cedere alle pressioni della civica a quel punto si potrebbe scatenare una lotta di poltrone ancor più complessa da gestire, con i “mal di pancia” che potrebbero andare ben oltre quelli della sola civica di Monaco. Potremmo quindi azzardare che si starebbe profilando una situazione puteolana molto simile a quella nazionale del Governo Berlusconi, con il premier che ormai a cadenza fissa si trova a distribuire nuovi incarichi e nuove nomine.

CHE RUOLO VUOLE GIOCARE IL SINDACO? – Bisogna capire se questa pausa che il Sindaco si è concesso derivi dalla volontà di lasciare tutto in mano a politica e partiti o sia proprio dovuta alla volontà del primo cittadino di dedicarsi alla risoluzione di questa spinosa questione che ormai va avanti dai primi giorni della sua elezione. Magliulo fino ad oggi è sempre sembrato un tecnico che allontanava le beghe della politica stringendosi alla sua Giunta di tecnici e cercando di tirarsi fuori dalla logica degli incarichi e delle poltrone. Ma così facendo altro non ha fatto che allontanare il momento della resa dei conti. E allo stesso tempo non solo non ha risolto le beghe interne alla propria maggioranza ma ha fatto si che alcune spaccature con il passare dei mesi diventassero insanabili.

ANGELO GRECO
[email protected]