Rifiuti in strada durante l'ultima emergenza rifiuti

POZZUOLI – “Rischiamo una nuova emergenza rifiuti”. Lo ha confermato ieri mattina il Sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo a seguito dei problemi che negli ultimi giorni si stanno registrano nella città di Napoli dove la raccolta  rifiuti in alcune zone procede a rilento.

Alla base della nuova crisi, che potrebbe essere alle porte, c’è la chiusura per saturazione di alcuni STIR, gli Stabilimenti di Tritovagliatura ed Imballaggio Rifiuti (ex impianti CDR) nei quali finiscono i rifiuti non differenziati, cioè quelli che vengono normalmente gettati nei cassonetti grigi in strada.

LA CONFERMA DEL SINDACO – La crisi non è proprio imminente” – ha precisato il primo cittadino di Pozzuoli Agostino Magliulo – “ma il rischio c’è perché se si ferma Napoli con gli scarichi di conseguenza ci fermiamo anche noi. E’ un fenomeno a cascata.

il Sindaco di Pozzuoli, Agostino Magliulo

Nel frattempo vedremo attraverso delle delibere di prendere dei siti di stoccaggio. Noi già ci stiamo attivando per studiare le contromisure, anche se la questione non dipende da noi ma dalla Provincia – ha concluso il sindaco.

UN INCUBO –  che sembra aleggiare nuovamente sulla città di Pozzuoli. Il pericolo è di ritrovarsi tra qualche settimana con le strade di nuovo ricoperte dai rifiuti. Purtroppo per Pozzuoli e per le altre città della Provincia, gli scarichi negli STIR sono legati a Napoli: la precedenza è data al comune di De Magistris, poi via via a tutti gli altri.

Da questo punto di vista quindi le sorti del comune di Pozzuoli , come ha affermato il sindaco Magliulo, solo legate alle decisioni prese dalla Provincia. Ma forse un piccolo “mea culpa” questa amministrazione dovrebbe farlo: quello di non aver fatto decollare del tutto la “raccolta differenziata”.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]