I controlli da parte degli uomini della Guardia Costiera (foto di repertorio)

POZZUOLI/BACOLI – Occupanti abusivi denunciati, lettini, ombrelloni e sdraio sequestrati e titolari di lidi sanzionati lungo il litorale flegreo, da Lucrino fino a Bacoli. E’ questo il risultato di una vasta operazione condotta nei giorni scorsi dalla Capitaneria di Porto di Pozzuoli sotto il coordinamento operativo della Direzione marittima di Napoli al Comando dell’Ammiraglio Antonio Basile nei giorni scorsi e terminata nella giornata di domenica che però non ha portato alla chiusura di nessun stabilimento balneare.

 

I CONTROLLI – Numerosi gli uomini messi in campo dalla Guardia Costiera di Pozzuoli, diretta dal Tenente di Vascello Andrea Pellegrino, che durante la settimana scorsa ha posto in essere un’intensa attività di controlli sul litorale flegreo impiegando uomini e mezzi per la verifica delle occupazioni delle aree di competenza del Demanio marittimo e il rispetto delle norme di sicurezza in spiaggia quali la presenza di assistenti bagnanti e dispositivi di salvataggio. Blitz che andato in scena sulla parte a nord del litorale flegreo dove da giorni si osservava la sospetta presenza di individui che, abusivamente, occupavano lo spazio demaniale sottraendolo alla pubblica fruizione agli ignari bagnanti e in danno anche agli onesti operatori balneari.

 

LE DENUNCE – I militari hanno, dunque, provveduto ad identificare e, al contempo, sanzionare i diretti responsabili deferendoli alla competente magistratura per occupazione abusiva del suolo demaniale in relazione alla mancanza delle previste autorizzazioni che la normativa vigente prevede. Analogamente ai recenti sequestri che hanno avuto sviluppo sulla parte a sud di Pozzuoli, in quest’occasione la Guardia Costiera ha sottoposto a sequestro penale una considerevole quantità di arredi (lettini, ombrelloni, sdraio e oggetti vari) che invadevano l’arenile per circa 400 metri quadrati limitandone, di fatto, il libero uso. Ciò è avvenuto in località spiaggia romana ricadente nel Comune di Bacoli ove nelle vicinanze insistono altre strutture balneari già controllate dalla locale Autorità marittima alla cui opera è stato dato plauso dagli stessi concessionari oltre che dall’utenza medesima.

 

MANCANZA DI SICUREZZA . Altri militari contestualmente svolgevano altra attività di controllo in località Lucrino ricadente nel Comune di Pozzuoli dove hanno constatato in alcuni lidi la mancanza delle dotazioni di sicurezza prescritte dalla vigente ordinanza balneare ed a disposizione dell’utenza in caso di necessità. Le riscontrate deficienze hanno ancora determinato multe salate per oltre 2 mila euro ai gestori dei lidi che dovranno con urgenza provvedere a ripristinare dette mancanze se vogliono evitare ulteriori sanzioni.