La Smart guidata dal 31enne

LICOLA – Follia allo stato puro. Ha imboccato la Superstrada nel senso contrario, percorrendo oltre 35 chilometri nella corsia di sorpasso. Una pazzia dettata da un assurdo motivo: aveva litigato con la fidanzata. Ecco cosa ha spinto un 31enne di Minturno a mettere a repentaglio decine di vite umane. Lungo il percorso ha causato due incidenti che hanno provocato il ferimento di tre persone. E solo la bravura degli automobilisti che improvvisamente se lo son trovati di fronte ha evitato una strage.  Una follia terminata dopo 35 chilometri nei pressi dello svincolo di Licola, dove P.M.  si è schiantato con la sua Smart contro un’altra autovettura. Altro particolare inquietante: pare che già nel 2008 il 31enne abbia commesso un gesto simile.  Sull’episodio in queste ore stanno indagando gli agenti della Polizia Stradale di Napoli intervenuti ieri sera sul posto.

IL TERRORE –  Erano le 20 circa quando l’uomo alla guida della sua Smart imboccava, all’altezza di Mondragone, la SS7 Quater in direzione Pozzuoli. In un orario in cui la Superstrada è particolarmente trafficata iniziava a percorrere la strada contromano e per di più nella corsia di sorpasso. Trenta chilometri di follia tra zig zag e manovre spericolate degli automobilisti che all’improvviso si trovavano di fronte un “ostacolo” del tutto inatteso. Intanto scattava l’allarme e ai centralini delle forze dell’ordine iniziavano ad arrivare le telefonate di automobilisti terrorizzati scampati all’impatto frontale con quell’auto nera.

Traffico lungo la variante anas (foto repertorio)

DUE INCIDENTI – Ma la folle marcia non si fermava. All’altezza dello svincolo di Lago Patria , tre auto nel tentativo di scansare la Smart finivano per scontrarsi tra loro. Nonostante ciò, il 31enne proseguiva la sua marcia. Altri chilometri, sempre contromano prima di schiantarsi anche lui contro uno sfortunato automobilista. L’impatto, a quel punto, obbligava l’uomo a fermarsi. Sul posto  giungevano pattuglie della Polstrada e ambulanze. Entrambi gli incidenti non erano particolarmente gravi, anche se tre persone rimanevano ferite e costrette al trasferimento in ospedale.

PARTICOLARI INQUIETANTI –  Sotto shock il 31enne che veniva fermato dagli agenti. Emergeva l’inquietante motivo che aveva portato l’uomo a mettere il atto il folle gesto: qualche ora prima aveva litigato con la fidanzata. Trasferito in ospedale, veniva sottoposto ai test tossicologici. Intanto emergeva un altro particolare: pare che già nel 2008 P.M. si sia reso protagonista di un gesto analogo. In serata anche l’auto veniva sequestrata dagli agenti della Polizia Stradale di Napoli che in queste ore stanno indagando su un folle gesto che poteva causare una strage.

GENNARO DEL GIUDICE