L’ingresso della villa del boss “pentito” Roberto Perrone

QUARTO – Le due ville appartenenti una volta al boss Roberto Perrone e a suo cognato Castrese Paragliola sono state ufficialmente consegnate al Comune di Quarto. L’atto conclusivo è arrivato dopo la confisca confermata dalla Corte di Cassazione. Le due lussuose strutture erano state gestite fino ad ora dall’Agenzia nazionale per la gestione dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

LE VILLE – Saloni, cucine, bagni, terrazze, una palestra privata ed anche una piscina esterna con vista mozzafiato. Roberto Perrone, dal 2011 collaboratore di giustizia, è stato per anni il braccio destro del boss Giuseppe Polverino. Suo cognato Castrese Paragliola è l’ex presidente del Quarto Calcio. La consegna delle chiavi è avvenuta alla presenza del sindaco Rosa Capuozzo e dell’assessore al Patrimonio Mauro Scarpitti.

LE FOTO