POZZUOLI – Il più prestigioso programma televisivo tedesco di divulgazione scientifica sbarca a Pozzuoli e Baia svelando la magia dei Campi Flegrei al pubblico alemanno. Dirk Steffens, uno dei giornalisti e dei volti televisivi più popolari in Germania e negli altri paesi di lingua tedesca, una sorta di incrocio tra Alberto Angela ed Indiana Jones, Steffens ha condotto al successo un format che coniuga divulgazione scientifica, avventura, ambientalismo e cultura. “Terra X”, prodotto dal dipartimento audiovisivi del prestigioso magazine giornalistico di inchiesta Der Spiegel, ed in onda sulla rete nazionale tedesca ZDF ogni domenica alle 19.30 è ormai un appuntamento rituale per le famiglie tedesche, svizzere ed austriache.

MERAVIGLIE FLEGREE – Un format con ascolti record che in alcune puntate ha raggiunto l’invidiabile cifra di 8 milioni di telespettatori. La redazione di “Terra X” per la puntata dedicata alle meraviglie della natura poco note al grande pubblico, ha scelto l’area dei Campi Flegrei che verrà raccontata dallo stesso Steffens in quattro giorni di intense riprese che analizzeranno tutti i luoghi più suggestivi di Baia e Pozzuoli partendo dai segreti di Baia sommersa. Der Spiegel ha affidato la produzione esecutiva al regista Gianfranco Di Vito, e al produttore Paolo Lubrano location manager.

LE RIPRESE – «Gireremo dal 19 per quattro giorni utilizzando macchine di ripresa e tecnologie di ultima generazione ed estremamente innovative, come le telecamere termiche e due differenti tipologie di droni, sembra un clichè sull’efficienza teutonica, ma la troupe capitanata dal regista di Der Spiegel, Jens Nicolai è provvista di qualsiasi diavoleria hi-tech, in grado di spettacolarizzare il racconto per immagini». spiegano Di Vito e Lubrano. Il Premio Civitas ha subito colto l’importanza del progetto, mettendo in evidenza i “gioielli” della terra del Mito.  «Il racconto dei Campi Flegrei avverrà attraverso una nostalgica citazione di Vacanze Romane, con Dirk Steffens che a bordo di una Vespa girerà per le strade di Pozzuoli, Bacoli e Baia e ci condurrà per mano alla scoperta dell’unicità di luoghi che per bellezza e valore storico culturale non hanno nulla da invidiare ad altre location più note al grande pubblico. Una grande occasione di comunicazione e visibilità per un territorio che vede nel turismo la sua vocazione e la sua maggiore risorsa, e che ha assolutamente bisogno di una tipologia di visitatori come quelli legati al turismo culturale, che rappresentano il nocciolo duro del pubblico di Terra X».

LE FOTO