POZZUOLI/QUARTO – Il Comune di Pozzuoli ha raggiunto ieri l’accordo con i rappresentanti del Comando Logistico della Marina Militare per la realizzazione degli interventi necessari per la messa in sicurezza delle aree colpite dal vasto incendio avvenuto lo scorso 17 luglio, che ha interessato un versante della Montagna Spaccata di via Campana. L’accordo prevede l’anticipo da parte del Comune di Pozzuoli dei fondi necessari per l’esecuzione dei lavori, che sono a carico della Marina Militare, proprietaria dell’area.

I LAVORI – Ciò consentirà di abbreviare i tempi per la restituzione alla cittadinanza della piena e completa fruibilità dell’importante arteria di collegamento viario tra Pozzuoli e Quarto. L’intervento prevede la stabilizzazione del versante, con l’apposizione di tiranti e una rete metallica per il contenimento del costone. Nel tratto finale del versante, di proprietà di un privato, i lavori di messa in sicurezza sono già iniziati.

ANTICIPO DI SPESA «Il nostro impegno per risolvere la questione c’è stato fin dal primo momento e l’amministrazione si era detta subito disponibile ad anticipare la spesa per la messa in sicurezza del costone – ha detto il sindaco Vincenzo Figliolia -. Purtroppo, per una questione legale, di legittima procedura, era necessario stipulare quest’accordo. Cosa che è avvenuta nella giornata di ieri e ringrazio i vertici della Marina Militare per la disponibilità. Adesso ci metteremo subito in attività per avviare tutte le procedure di legge per affidare i lavori, che avranno inizio nel più breve tempo possibile».