POZZUOLI – Da settimane la periferia di Pozzuoli è messa “a ferro e fuoco” da alcune gang che stanno terrorizzando soprattutto gli esercenti. È il caso di Monterusciello che è stata teatro di rapine e furti ai danni delle attività commerciali. Ma tanti sono pure i cittadini impauriti che hanno ormai paura di lasciare le case incustodite, ma che paradossalmente provano lo stesso terrore di notte quando si ritrovano tra le loro quattro mura. A Licola, poche sere fa, ignoti sono entrati nel giardino di una villetta ed hanno tentato di entrare in casa. Le lancette dell’orologio segnavano le 8 e 30. I ladri pensavano di poter agire indisturbati data l’assenza degli inquilini nell’alloggio, ma l’arrivo dei proprietari dell’abitazione li ha costretti alla fuga. Il colpo è stato sventato, infatti, proprio dal ritorno della famiglia a casa.

LE DENUNCE – Le segnalazioni e il malcontento della cittadinanza corrono anche sui social network e in particolare su Facebook dove la gente esprime il proprio malumore per l’escalation di casi delle ultime settimane. C’è chi racconta i tentativi di effrazione a scapito della propria abitazione e chi invoca un piano di sicurezza straordinario e maggiori controlli delle forze dell’ordine per porre un freno al dilagante fenomeno. Le richieste di interventi si rivolgono alle istituzioni preposte e alle forze dell’ordine. Non va meglio per le automobili. Una sorta di accanimento è stato registrato sia nel rione Solfatara che sulle sponde del lago d’Averno. Riuscire a fare una stima numerica di furti, commessi o tentati, negli ultimi mesi non è un’impresa facile. Non tutti i cittadini denunciano i crimini subìti o i tentati raid a scapito delle proprie abitazioni.