POZZUOLI – Si è disputata a Bacoli la finale provinciale del campionato promozionale del Centro Sportivo Educativo Nazionale (C.S.E.N.) di pallavolo cui ha preso parte, anche quest’anno, la rappresentativa mista dell’Accademia Aeronautica denominata “Aeroaccademia Volley”, allenata dal 1° Av. Capo Riccardo Localzo. Nel giorno più importante, in occasione della Finale Provinciale, l’Aeroaccademia Volley ha fatto emergere tutti i suoi pregi realizzando una prestazione quasi perfetta. Il match è iniziato subito a ritmi altissimi: sia la rappresentativa accademica che la Sportinsieme Aversa hanno mostrato già dai primi punti tutto il loro repertorio. Ne è nato un primo set avvincente ed equilibrato, conclusosi positivamente per l’Aeroaccademia grazie ad un break nei punti finali: 23-25. Se il primo set non ha deluso il pubblico, fra cui anche il Generale Comandante dell’Accademia Aeronautica, altrettanto si può dire del secondo parziale. L’Aeroaccademia, riuscendo a rimanere compatta e concentrata nel momento clou, si è aggiudicata la volata finale con il punteggio di 25-27. Il terzo parziale, invece, è stato caratterizzato dalla confusione. La rappresentativa dell’Accademia ha fatto registrare una leggera flessione soprattutto in attacco e la squadra avversaria ha interrotto ripetutamente il gioco per protestare contro le decisioni arbitrali. Nei momenti concitati del terzo parziale sono da tenere in conto, inoltre, l’espulsione dell’allenatore della squadra avversaria e un leggero infortunio di un giocatore di Aeroaccademia Volley , che ha dovuto lasciare il campo.

LA PARTITA – La Sportinsieme Aversa, quindi, si è aggiudicata il parziale per 25-19. Nel quarto set, invece, le squadre hanno giocato in modo spettacolare come nei primi due parziali. La rappresentativa accademica, anche per le difficoltà riconducibili al cambio di formazione, ha avuto un breve calo di tensione nella parte centrale del set, concedendo il break decisivo agli avversari, che si sono aggiudicati il parziale per 25-22. Nel quinto e decisivo set i giovani cadetti dell’Accademia Aeronautica hanno dilagato nei primi punti, smorzando qualsiasi tentativo di reazione della Sportinsieme Aversa. L’ultimo parziale si è concluso quindi 7-15 con la successiva premiazione di Aeroaccademia Volley che ha così guadagnato il titolo di Campione del Torneo Open Maschile 2017/2018, organizzato dal Comitato Provinciale di Napoli Centro Sportivo Educativo Nazionale. I frequentatori di Aeroaccademia Volley che hanno partecipato alle gare appartengono a tutti i Corsi Normali dell’Accademia Aeronautica dal Pegaso V al Vulcano V. Dal punto di vista sportivo, la possibilità di allenarsi e di affrontare regolarmente avversari organizzati hanno permesso una crescita tecnica e tattica individuale, ma soprattutto di squadra che hanno consentito di ottenere eccellenti risultati anche al Torneo fra le Accademie Militari svoltosi dal 9 al 13 aprile 2018 presso l’Accademia Navale, a Livorno.

IL SUCCESSO – Fin dalle prime uscite del Campionato provinciale, l’Aeroaccademia Volley ha inanellato una serie di successi consecutivi che le hanno permesso di rimanere per molto tempo in testa alla classifica. Le sporadiche e fisiologiche cadute, dovute per la maggior parte alla necessità di trovare nuovi equilibri dopo la partenza per le scuole di volo dei Piloti del Corso Rostro IV che erano inizialmente parte della squadra, oltre all’impossibilità di disputare le ultime gare per impegni didattici ed istituzionali, non hanno comunque minato quanto di buono fatto in stagione: la rappresentativa, infatti, ha chiuso il Campionato al terzo posto accedendo alla Fase Finale del Torneo. Dopo l’entusiasmante successo in rimonta ottenuto in Semifinale, la rappresentativa dell’Accademia ha quindi ottenuto questa ultima, importante vittoria che garantisce l’accesso alla Fase Nazionale che si terrà dal 31 maggio al 03 giugno 2018 a Rossano Calabro. Anche attraverso l’attività sportiva, individuale e di squadra, l’Accademia Aeronautica promuove i valori positivi di una competizione sana e leale che premi il merito in modo che il vissuto di ciascun allievo sia espressione concreta dei principi valoriali, etici e morali oggetto di insegnamento durante l’intero iter di studio accademico.