Nunzia Nigro assessore di Monte di Procida
Nunzia Nigro assessore di Monte di Procida

Il mare inteso come fonte di reddito, fonte occupazionale e fonte di sviluppo. Parte da qui il lavoro per il nuovo Assessore di Monte di Procida Nunzia Nigro con delega, tra le altre, alla tutela dell’ambiente. Martedì infatti si è tenuta, presso la stazione zoologica “Anton Dohrn” di Napoli, una conferenza organizzata dall’associazione Marevivo a cui ha aderito anche il neo rappresentante dell’Amministrazione del più piccolo comune di Monte di Procida. “ In quest’occasione è stato presentato un plastico tridimensionale– ha detto l’Assessore Nigro- realizzato dagli studenti di un liceo di Sorrento che riproduce la zona compresa tra i Regi Lagni fino a Punta Campanella, comprese le isole, per evidenziare la depurazione e gli scarichi nel golfo di Napoli”. Alla presenza di autorità, biologi e ricercatori sono state mostrate le ferite del nostro mare che paga il prezzo di un sistema di depurazione oramai fallimentare.

IL DISASTRO AMBIENTALE – Come si ricorderà, l’anno scorso esplose l’emergenza che mise letteralmente in ginocchio un intero comparto economico portando alla luce oltre un decennio di cattiva gestione nell’intera macchina del ciclo di depurazione. “ Per quanto riguarda la nostra zona la situazione è critica a causa del depuratore di Cuma– continua l’Assessore- ma si tratta di una problematica comune. Senza dubbio ora siamo in un periodo dell’anno in cui l’argomento è particolarmente sentito ma il mio impegno sarà quello di garantire un contributo costante. È necessaria una sinergia con tutti i comuni e ci stiamo attivando anche con Bacoli. Senza dubbio la delega che ho da poco ricevuto è piuttosto ampia perché in qualche modo è il comune denominatore della nostra lista: “un monte migliore” passa innanzitutto attraverso il benessere di chi ci vive e attraverso la protezione dell’ambiente”.

LA SFIDA – Questa dunque la nuova sfida per il Comune di Monte di Procida che solo poche settimane fa ha rivissuto l’incubo dello scorso anno con un mare, quello di Acquamorta, nuovamente tinto di marrone. “Sono entrata in contatto con i rappresentanti dell’Associazione Marevivo– conclude l’Assessore- abbiamo intenzione di organizzare un evento similare che focalizzi l’attenzione sui Campi Flegrei.  La questione del depuratore di Cuma investe la politica ed impone pressione da parte dei comuni. Esiste a tal proposito un protocollo ma ritengo sia necessario non guardare solamente alle esigenze degli operatori commerciali ma partire dalle specificità proprie dei Campi Flegrei”.

ANNARITA COSTAGLIOLA