Il dottor Rosario Porzio

SALUTE – Integratori antiossidanti, vitamine, frutta, legumi, pesce e verdure? Certamente la dieta mediterranea associata ad un bel pò di prodotti antiossidanti aiuta a mantenersi in buona forma ma alcuni studi hanno messo in evidenza che la “restrizione calorica” potrebbe allungare la vita agendo direttamente sui cromosomi e sul Dna. Come riporta l’Ansa, uno studio scientifico del Centro Nazionale di Ricerca sul Cancro in Spagna, pubblicato su Plos One ha messo in evidenza che le cavie da laboratorio risulterebbero più longeve grazie ad un lungo periodo di restrizione calorica. Un’ alimentazione con un basso impatto calorico addirittura dimostrerebbe che i topi a dieta sarebbero più longevi grazie ad un miglioramento diretto su cromosomi e Dna. Questo è un report che si unisce ai tanti studi scientifici internazionali che hanno messo in evidenza come una dieta appena ipocalorica riesca ad allungare la vita e a funzionare meglio di qualsiasi “scavenger” (antiossidante).

E’ IMPORTANTE MANGIARE – Incredibilmente salutari, più pasti al giorno di frutta,verdura, cereali e proteine (soprattutto soia e legumi) con un apporto calorico appena più basso di quello a cui siamo abituati, potrebbe modificare l’intera “energia psico-fisica” del nostro organismo, producendo tra l’altro una buona quantità di endorfine salutari per il sistema nervoso centrale, abbassando il livello di cortisolo (“ormone” dello stress) e lasciando in ottima salute per lungo tempo il sistema ormonale e difensivo del nostro organismo (dagli anticorpi agli antiossidanti), abbassando drasticamente la possibilità di incorrere in patologie degenerative,dalla sindrome metabolica al cancro. Esattamente come si comportano al contrario gli alimenti noti come “Junk-Food” ( cibo spazzatura ), dalle patatine fritte agli insaccati.

LO STUDIO –  Qualche anno fa in Gran Bretagna ho partecipato ad uno studio su cavie da laboratorio sottoposte ad un regima ipocalorico lieve e nutrite con succo concentrato di mirtillo nero ricco di polifenoli antiossidanti. Ebbene la vita di queste cavie risultava aumentata del 15% per cento rispetto alle altre nutrite in modo tradizionale. Come a dire, se l’età media di un uomo e’ intorno agli 80/85 anni con questo regime alimentare si potrebbe portare la sua vita a 100 anni, più o meno. Basterebbe mangiare di meno ed assumere molti antiossidanti. Gli studi continuano….

DOTTOR ROSARIO PORZIO