Gli ingorghi in via Vecchia San Gennaro

LA DENUNCIAGent.le redazione, è iniziato un nuovo anno scolastico e con esso la problematica di via Vecchia San Gennaro che, per almeno due volte al giorno, diventa una trappola per i residenti e per coloro che vi transitano per qualsiasi motivo. Di mattina ci si blocca per l’ingresso degli alunni del “G. Diano” che, sebbene lontano, ha le sue belle ripercussioni sulla viabilità dell’intero quartiere. Poi si replica all’uscita nella tarda mattinata. Ma ciò che da oltre un ventennio mette alla prova la resistenza del nostro ormai consumato self control, è l’uscita da scuola degli alunni dell’istituto “Virgilio”.

Innanzitutto, sarebbe interessante sapere come sia stato possibile concedere all’epoca le autorizzazioni per costruire una scuola di tali proporzioni, che accoglie oltre mille studenti, in un quartiere dotato di una sola strada a senso unico, peraltro stretta e senza vie di fuga, nel bel centro della zona a più alto rischio sismico dell’intera area flegrea. Comunque, tralasciando questo insignificante particolare, ogni giorno dell’anno scolastico siamo costretti a restare bloccati per almeno 50/60 minuti per percorrere poche centinaia di metri con l’autovettura, insieme ai tanti studenti che, o a piedi o a bordo dei circa 25 scuolabus sicuramente poco ecologici, tentano di raggiungere l’uscita del quartiere.

Lo stesso disagio lo vivono anche i pedoni, come dimostrano le foto che allego alla presente segnalazione: ebbene, poiché gli scuolabus sono di modeste dimensioni, essi occupano l’intera corsia considerando anche la presenza di tante auto in sosta, quindi si è costretti a fare la fila come se ci si muovesse in un’autovettura. A questo va aggiunto un altro dettaglio da non sottovalutare, ovvero l’aspetto ambientale. Credo che tutti questi veicoli fermi nel traffico, a motore acceso, per così tanto tempo, non giovi certamente alla salute già compromessa, per altri e ben noti motivi, dei nostri cari e insostituibili polmoni.

Un vera e propria bomba di smog quindi, respirata dai nostri polmoni e anche da quelli del primo cittadino che in questo quartiere ci abita e che conosce bene tale disagio. Semmai ci sarà una replica a questa segnalazione, dico già in partenza a nome di tutti i residenti di via Vecchia San Gennaro, che due agenti della Polizia Municipale all’incrocio con via Solfatara non bastano a gestire questa mole di traffico. Vanno cercate soluzioni di più ampio respiro, magari strutturali, coinvolgendo i dirigenti delle scuole in questione e, semmai ancora dovesse valere la nostra opinione, anche ascoltando le proposte degli stessi residenti. Grazie per lo spazio concesso!

 

LETTERA FIRMATA

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]