L'arenile trasformato in un parcheggio

POZZUOLI – Le dune e la spiaggia di Cuma trasformate in nuovo parco dell’amore o quanto meno in luogo dove appartarsi in auto e cercare tranquillità. Continua lo scempio dell’arenile di Cuma e Licola e delle famose e preziose dune, che appena qualche mese fa vennero illuminate dalla luce della cronaca nazionale per essere state trasformate in un percorso di motocross per gare clandestine. La Regione Campania immediatamente pose fino allo scempio delle gare di recintando l’area delle dune.

IL PARCHEGGIO – Ma oggi, mentre i cavalli della camorra continuano a trottare,  una nuova moda si sta diffondendo sull’arenile, dove in molti alla ricerca di privacy e tranquillità entrano con le proprie auto fin sopra la spiaggia, aiutati dalle piogge invernali che rendono più dura la sabbia permettendo il passaggio dei veicoli. L’ingresso di questo nuovo “parco dell’amore” è in fondo a via Licola Mare, laddove finisce la strada ed inizia la spiaggia che porta fino a Cuma. In teoria l’accesso alle auto ed altri mezzi sarebbe proibito da alcuni blocchi di cemento posti all’ingresso, che però sono stati appositamente spostati.

IL SENSO DI AREA “FREE”– La sensazione che si ha è di impunità verso tutto ciò che accade su questo arenile e nelle aree limitrofe, come se in questa parte di Pozzuoli tutto sia consentito. Licola Mare ed il suo litorale sono ormai alla mercé di questi comportamenti, una vera e propria aree di frontiera totalmente fuori dal controllo delle istituzioni.

ANGELO GRECO

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]