Casamicciola Terme

ISCHIA –  Divieto di dimora per 4 poliziotti indagati per il reato di concussione. Gli agenti, in servizio presso il Commissariato di Polizia di Ischia, secondo l’accusa avevano avvicinato il proprietario di una discoteca dell’isola per farsi assumere come “buttafuori”. Pertanto, a seguito di indagini, nella mattinata di ieri personale della Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione a un’ordinanza cautelare del GIP presso il Tribunale di Napoli impositiva del divieto di dimora nel territorio della Provincia di Napoli nei confronti dei 4 poliziotti in servizio presso il Commissariato di Polizia di Ischia, indagati per il reato di tentata concussione in concorso tra loro.

LE INDAGINI – Il provvedimento scaturisce da un’indagine della Squadra Mobile, coordinata dai PM della Procura della Repubblica di Napoli – Sezione reati contro la Pubblica Amministrazione – nei confronti dei poliziotti, i quali, l’estate scorsa – secondo l’ipotesi accusatoria abusando delle proprie qualità e dei propri doveri, avvicinavano il gestore di una nota discoteca ischitana, ubicata in Casamicciola Terme, allo scopo di farsi “assumere” come “buttafuori” del locale, in sostituzione dei dipendenti, richiedendo in cambio un corrispettivo in denaro per ogni serata. Il comportamento tenuto dai poliziotti determinava nell’imprenditore il timore di un possibile blocco dell’attività qualora non avesse assecondato alla richiesta. Situazione, poi, non realizzatasi in quanto il titolare del locale provvedeva a denunciare quanto avvenuto ai Carabinieri della locale stazione. Pertanto la Squadra Mobile di Napoli, su delega della Procura della Repubblica di Napoli, avviava quindi un’accurata indagine, i cui risultati hanno portato ai provvedimenti restrittivi emessi dal GIP ed eseguiti nella mattinata di giovedì.