Via Modigliani al quarto giorno di mancata raccolta

POZZUOLI – Siamo giunti al quarto giorno di mancata raccolta rifiuti nel quartiere di Monterusciello, eppure ieri il Sindaco Magliulo aveva dichiarato che “Entro oggi si tornerà alla normalità”. Invece in diversi punti del quartiere nemmeno oggi è è stata effettuata la raccolta quotidiana.

E COME IERI – anche oggi diverse strade, come ad esempio via Modigliani, sono rimaste sporche. Una situazione che inizia a preoccupare non poco i residenti “Non è giusto, facciamo la differenziata porta a porta ormai da molto tempo e non capisco perché dobbiamo subire tutto questo” dice una passante.

ALTRI PROBLEMI? – I primi giorni di mancata raccolta sono da addebitare allo stop dello STIR di Caivano. Che si è fermato per la giornata di domenica. Ipotizzabile quindi che alla base dello stop allo STIR di Caivano di domenica, stiano seguendo ulteriori piccoli problemi che rallentano la rimozione quotidiana dei rifiuti.

IL PARADOSSO DI VIA MODIGLIANI – Il paradosso di questa situazione è che ad essere coinvolta sia via Amedeo Modigliani, una strada dove quasi tutti i residenti partecipano da mesi, con successo, alla raccolta differenziata porta a porta vedendo così vanificati i propri sforzi.

Un cumulo all'altezza della SMS Diaz

INTANTO E’ PARTITA LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE – Attraverso un comunicato stampa il Sindaco di Pozzuoli Agostino Magliulo, come già annunciato ieri dal nostro sito,  fa sapere che è cominciata oggi in via Viviani la campagna di informazione, con consegna dell’attrezzatura, per la raccolta domiciliare a Monterusciello.

“UN CALENDARIO – che rispetteremo per portare a pieno regime anche nei lotti il sistema di prelievo rifiuti differenziati – ha spiegato il sindaco Magliulo- la campagna di sensibilizzazione è cominciata oggi, e continuerà domani in via Parini e venerdì in via Brancati. Da lunedì si parte con il servizio domiciliare. Faccio appello ai cittadini: vi chiedo la massima collaborazione per rispettare il nostro ambiente”

I primi lotti coinvolti sono 1bis, 2, 8, 9, 12 e 13. Entro la fine del mese saranno coinvolti tutti quelli ora non inclusi.

ANGELO GRECO
[email protected]