Sibilla Bacoli

CASTALDO SALUTA – Bye bye Campi Flegrei. L’ex della Puteolana Ferdinando Castaldo (’82) ha lasciato la SibillaFlegrea Bacoli per tornare in LegaPro. Ad Aversa l’ingaggio è stato accolto con entusiasmo perchéla carriera di Castaldo è di tutto rispetto, con numerose presenze in C1 e C2 in formazioni comela compianta Fc Puteolana 1902, Giugliano, Benevento, Melfi e Paganese, oltre ai sigilli in serieB nelle fila dell’Ancona. Le sue prime impressioni sull’ambiente normanno trasmettono fiduciae soddisfazione.

 

AMBIENTE IDEALE “E’ l’ambiente giusto per fare bene – spiega Ferdinando – Per me è stato unapproccio molto positivo. C’è un’ottima organizzazione, con una squadra giovane, ma sono giovanidi talento, molto bravi. L’impatto è stato favorevole, vengo con tanta fiducia e tanti stimoli. Sarò uno dei ‘vecchietti’. Questa è una responsabilità in più che avrò, ma spero per questi ragazzi diessere un fratello maggiore e un buon esempio per il loro futuro. Le mie caratteristiche sono quelledi un difensore centrale che può giocare sia al centro sinistra che sul centro destra. Rapido, fortedi testa, con una propensione a spingermi in avanti durante i calci piazzati. Nella mia carriera hosegnato anche dodici gol nei campionati professionisti”.

LA STAGIONE A BACOLI – “La Sibilla? E’ stata una parentesi positivaperché abbiamo lottato per la vittoria del campionato e sono stato bene a Bacoli. Mi ha fatto piaceretornare nei Campi Flegrei dopo l’esperienza a Pozzuoli ma non potevo farmi sfuggire la “carta”Aversa. Per me è molto importante essere tornato in LegaPro. In C, ho vinto un campionato con ilBenevento e ho sfiorato la vittoria della C2, giocando i play off con il Giugliano”.

QUI BACOLI – Si punta a vincere, ma si spera di giocare nel girone laziale-sardo. “Possiamovincere, quest’anno”, dicono ai ponti di comando della Sibilla Flegrea Bacoli. C’è una condizionefondamentale, tuttavia. La Sibilla punta a gareggiare nello stesso girone della scorsa stagione. Unraggruppamento, potenzialmente, alla portata della Sibilla. Tra le provincie laziali e la Sardegna nonsi intravedono corazzate. La Sibilla è pronta a dettare legge.

ANTONIO RUSSO

[email protected]